Quelle profezie di Fassino su Grillo e la Appendino

Fassino non ne azzecca una. Su Chiara Appendino diceva: "Provi a prendere il mio posto". E su Beppe Grillo: "Faccia un partito, vediamo quanti voti prende"

Quelle profezie di Fassino su Grillo e la Appendino

"Un giorno lei (Chiara Appendino, ndr) si segga su questa sedia e vediamo se poi sarà capace di fare tutto quello che oggi ha auspicato di poter fare". Piero Fassino non ne azzecca una. O peggio (per lui): tutto quello che crede improbabile che accada, poi puntualmente si verifica. era stato profetico. Tanto che, dopo la sconfitta al ballottaggio, i vecchi interventi del sindaco uscente di Torino sono tornati a galla. E sul web è esplosa la corsa a prenderlo in giro.

Nelle ultime ore sono rispuntati vecchi video in cui Fassino si prendeva gioco di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle. Rivederli oggi, all'indomani dalla straripante vittoria di Chiara Appendino a Torino, è divertente e ironico. Il 14 maggio 2015, rispondendo alle critiche della Appendino, al tempo consigliera grillina e oggi nuovo sindaco, Fassino le rispondeva così: "Un giorno lei si segga su questa sedia e vediamo se poi sarà capace di fare tutto quello che oggi ha auspicato di poter fare". Nel 2009 quando, intervistato da Massimo Giannini negli studi di RepubblicaTv, aveva già attaccato il leader del Movimento 5 Stelle (guarda il video). "Se Grillo vuol fare politica - aveva detto - fondi un partito, si presenti alle elezioni e vediamo quanti voti prende".

Rivedere questo video sette anni dopo fa sorridere. Perché il sindaco piddì aveva dato per certo il secondo mandato. Ma è stato sconfitto proprio da una candidata a Cinque Stelle.

Commenti