Quella cena voluta da D'Alema con la minoranza democratica per arginare la linea di Renzi

La sera del 15 settembre un gruppo di esponenti del Pd ha cenato con l'ex premier. D'Alema infuriato con Renzi: "Prima o poi qualcuno dovrà raccontare le bugie che dice quello lì"

Quella cena voluta da D'Alema con la minoranza democratica per arginare la linea di Renzi

La minoranza Pd si arma e si riunisce per arginare Matteo Renzi. Per volere di Massimo D'Alema. Come racconta il Corriere della Sera, la sera del 15 settembre un gruppo di esponenti del Partito democratico ha cenato con l'ex presidente del Consiglio con lo scopo di modificare la linea politica renziana. Tra i partecipanti c'era il capogruppo alla Camera dei deputati Roberto Speranza e i neo-componenti della segreteria Enzo Amendola e Micaela Campana e altri parlamentari democratici. "A me aveva detto determinate cose, sia sulla composizione del governo che sulla nomina europea dell’Alto rappresentante e poi non ha tenuto fede alla parola data. Prima o poi qualcuno dovrà raccontare le bugie che dice quello lì", ha tuonato D'Alema. Il piano anti-Renzi prevede di attaccarlo sull'articolo 18 ma anche sulle preferenze. "Le preferenze, ci vogliono le preferenze e su quello bisognerà incalzare il premier. E poi le soglie. Sono troppo alte, così non vanno bene", viene detto da più parti, semrpe secondo il Corsera.

Commenti