Referendum, nei sondaggi il "No" resta in vantaggio

Referendum, nei sondaggi il "No" resta in vantaggio

Manca ormai un mese al voto per il referendum costituzionale che si terrà il prossimo 4 dicembre. E si delineano sempre più i due fronti, quello "filo-governativo" favorevole alla riforma messa a punto dal ministro Maria Elena Boschi, e quello che considera la legge pasticciata e mal scritta.

Due fronti in sostanziale pareggio secondo l'ultimo sondaggio di Emg Acqua diffuso stasera da Enrico Mentana durante il TgLa7. Un pareggio che però vede ancora in leggero vantaggio il "No" al 37,6% (-0,2% rispetto alla precedente rilevazione della settimana scorsa) sul Sì, che si attesta al 34,7%. Si abbassa anche la quota di chi intende astenersi che è ora il 40,6% (-0,5%) di chi ha risposto alla rilevazione statistica, mentre gli indecisi sono ora al 27,7% (+0,2%)

Commenti