La rivelazione di Boschi su Conte: "Ecco come ci siamo conosciuti"

Maria Elena Boschie Giuseppe Conte non erano estranei. Per giorni si è parlato di questa conoscenza. Ora l'ez ministro svela come si sono incontrati

La rivelazione di Boschi su Conte: "Ecco come ci siamo conosciuti"

Maria Elena Boschi è tornata. Non più ministro. Non più segretario alla Presidenza ndel Consiglio. Solo un deputato, ruolo che - giustamente - considera di "grande onore", ma che non è lo stesso per chi da anni è abituato a stare sotto i riflettori. Nei giorni scorsi la renziana di ferro è andata in Alto Adige per "tenere contatto" col territorio che l'ha eletta (tra mille polemiche). Ma ieri era alla Camera per ascoltare il discorso sulla fiducia di Giuseppe Conte. E ha annunciato che il Pd farà una dura opposizione al neonato governo Conte.

Ecco: Conte. I due si conoscono da tempo. Nei convulsi giorni in cui Mattarella, Di Maio e Salvini cercavano - tra mille litigi - di formare un governo gialloverde, qualcuno aveva fatto notare che Lega e M5Sproponevano per la presidenza del Consiglio un "amico" della Boschi. "Sì - conferma lei alla Stampa - ma non sono mai stata sua assistente, come qualcuno ha scritto". Poi rivela come si sono conosciuti (prima, ovviamente, che tutto il Paese scoprisse vita, morte e miracoli del giurista): "Abbiamo fatto entrambi parte della commissione esaminatrice di diritto civile della Scuola di specializzazione per le professioni legali dell' Università di Firenze", spiega l'ex ministro. Che però non si sbilancia nel dare una valutazione del suo operato: "L' ho conosciuto in tutt' altra veste, come docente universitario", ruolo in cui "so che è apprezzato dai suoi studenti, ma io non saprei, non ho mai seguito una sua lezione".

Commenti

Grazie per il tuo commento