Salvini fa il pieno nei circoli Arci: "Speriamo fermi l'immigrazione"

Il ministro dell'Interno piace anche a sinistra. Il motivo? Sta cercando di fermare gli immigrati irregolari

Salvini fa il pieno nei circoli Arci: "Speriamo fermi l'immigrazione"

È il posto più "rosso" d'Italia. O, forse, lo era fino a poco tempo fa. Stiamo parlando del circolo Arci di Bologna, roccaforte comunista della città felsinea. Le telecamere di La7, per cercare di capire che aria tiri, hanno deciso di intervistare gli ormai ex sostenitori del Pd e il risultato di questo sondaggio ha galvanizzato molto Matteo Salvini, che ha subito condiviso il servizio su Facebook.

Ciò che colpisce sono i continui endorsement all'operato della Lega, soprattuto in tema di immigrazione: "I migranti bisogna accoglierli, ma in modo diverso". E ancora: "Storicamente siamo un circolo di sinistra, questo fa parte della nostra storia. Salvini sfonda un po' dappertutto. C'è del consenso soprattutto per la questione migranti".

Ma c'è anche chi si spinge più in là: "Per 60 anni ho votato a sinistra, l'ultima volta il Movimento 5 stelle, ma mi è dispiaciuto perché avrei dato il voto a Salvini". Ed è incredibile come la base sia ormai totalmente scollegata dai vertici del Pd, che hanno fatto dell'accoglienza uno dei loro cavalli di battaglia.

"Uno del Senegal ha sposato mia figlia", dice un uomo. Ma subito il giornalista di La7 ribatte: "E secondo lei dovrebbero andare via?". Pronta la risposta dell'ormai post comunista: "Sono già diecimila, ventimila...".

Ma al circolo Arci di Bologna circola già una leggenda: il quadro di Berlinguer sarebbe caduto e il suo vetro sarebbe andato in frantumi. Colpa di Salvini? Affatto: lo storico leader comunista, fanno sapere dal circolo, sarebbe stanco della politica del Partito democratico.

Commenti

Grazie per il tuo commento