Salvini: "Lino Banfi all'Unesco? E allora Calà e Smaila?"

Il vicepremier scherza sulla scelta del M5S di far rappresentare l'Italia a Lino Banfi: "E Jerri Calà, Renato Pozzetto e Umberto Smaila?"

Salvini: "Lino Banfi all'Unesco? E allora Calà e Smaila?"

La scelta di Luigi Di Maio di far rapprentare l'Italia a Lino Banfi alla commissione italiana all'Unesco sembra aver colto un po' di sorpresa l'altro vicepremier, Matteo Salvini, impegnato stamattina nel secondo sgombero della ex fabbrica della Penicillina a Roma.

"Di Maio ha annunciato Lino Banfi ambasciatore dell'Italia all'Unesco", dice il ministro dell'Interno durante la diretta Facebook dall'edificio occupato e liberato per la seconda volta in poche settimante, "Va bene. E Jerri Calà, Renato Pozzetto e Umberto Smaila? Apriamo questo dibattito". Poi però smorza ogni eventuale polemica: "Scherzi a parte, l'Italia è così bella che chiunque può difenderla e valorizzarla", aggiunge Salvini, "Evviva Lino Banfi, evviva Jerry Calà, evviva Umberto Smaila, evviva il cinema e la cultura italiana, la tradizione e il modo di vivere italiano che Macron si sogna e quindi gli rimane la polemica".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti