"Salvini non sarà mai il nostro leader. Ci serve una casa liberale e popolare"

Il leader di Energie per l'Italia: "Ha consegnato il Paese alla sinistra"

Milano - «Matteo Salvini non è stato e non sarà mai il leader del centrodestra. Non ha saputo guidare il governo, la Lega, e secondo me neanche se stesso». Stefano Parisi, leader di Energie per l'Italia, ha sposato punto per punto le parole di Silvio Berlusconi che ieri ha imputato alla Lega la «consegna del Paese alla sinistra» e ha rilanciato un centrodestra «ancorato all'Europa, democratico e non sovranista». «Ci troviamo molto spesso d'accordo io e Berlusconi» precisa Parisi. Premette che il patto dem-M5S partorirà «il peggior governo della storia repubblicana, hanno una forte affinità ideale: sono giustizialisti, statalisti, ideologici sui temi ambientali, eludono i problemi dell'immigrazione». Ma ribadisce che gli italiani devono dire grazie a Salvini, «la colpa è tutta sua. Ha aperto una crisi di governo senza coinvolgere gli alleati e si è fidato come un pollo di Zingaretti e Renzi che gli avevano assicurato i voti per far cadere il governo».

Era il 2016 (sembrano anni luce) quando il leader della Lega sfilava nei mercati con il nome «Parisi» stampato sulla felpa. L'ex candidato sindaco del centrodestra a Milano non rinnega la vecchia intesa ma ricorda che Salvini «ha tradito gli elettori del centrodestra già un anno fa, portando i parlamentari eletti coi voti di tutta la coalizione al governo con M5S. Poi ha varato i peggiori provvedimenti grillini, dal reddito di cittadinanza al decreto dignità alla legge spazzacorrotti, e ha abusato del ruolo istituzionale per massimizzare i consensi. Non sarà mai il leader del centrodestra» ribadisce. E si augura che ora «chi ha ancora forza in quest'area prenda le distanze in modo netto, costruiamo la nuova casa del centrodestra liberale e popolare e troviamo chi sappia davvero guidarla». Parisi dice «basta con l'andare a chiedere un governo a guida Salvini, ora si apre la grande questione di chi sarà il leader del centrodestra e dobbiamo fare in modo che le forze liberali tornino ad essere maggioritarie. Chi è andato alla corte di Salvini rinunciando agli ideali della destra conservatrice si è venduto ad un modello fallimentare». La leadership della coalizione «non può essere radicale. Costruiamo la casa lib-pop che poi si potrà alleare in futuro anche con il Carroccio, perché riconosco che solo Salvini ha costruito una Lega populista, lo stesso partito nei territori e nelle Regioni, dalla Lombardia al Veneto, è un modello di buongoverno». C'è tanto terreno da recuperare. «L'area liberale ha perso oltre 10 milioni di voti, dobbiamo spingere sul rinnovamento delle idee e delle persone. Chi crede in un governo di sviluppo, europeista, che non insegue Putin nelle sue ambizioni sovraniste, deve stare insieme superando ambizioni, gelosie ed errori fatti». E la riorganizzazione deve scattare «con urgenza, evitiamo che l'opposizione al governo Pd-M5S sia gestita solo da Salvini. Possiamo recuperare una grossa fetta dell'elettorato e del mondo della sinistra riformista deluso». Tanto più al Nord, dove le imprese già stanno presentando alla Lega il conto delle promesse non mantenute in un anno di governo e temono la manovra giallorossa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 31/08/2019 - 09:31

eh... lo dico pure io! salvini ha fatto l'errore di spingere l'italia verso il governo giallorosso! il peggio che ci potevamo aspettare!

Renadan

Sab, 31/08/2019 - 09:46

Salvini non ha bisogno di voi. Ficcatevelo in testa

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 31/08/2019 - 09:50

Guerra interna al centro-destra? Senza la Lega il centro destra conta poco. Ultimamente Salvini ha molto sbagliato, ma senza di lui il centro-destra non ha avvenire. M5S é ancora forte e tale sarà fino a nuove elezioni. Resistere insieme!

Brutio63

Sab, 31/08/2019 - 10:06

Stefano Parisi chi? Altro miracolato da Silvio con lo scopo di raccattare voti a dx e portarli all’ammasso “responsabile” a sx, Basta! Accordi prima del voto 2018 erano chiari: Chi prende più voti guida coalizione Poi se devono sempre portare acqua al mulino della Merkel votando prima Junker ed adesso la Ursula si cerchino i voti altrove!!!

Duka

Sab, 31/08/2019 - 12:01

Perchè il CDX sia davvero forte, , sarebbe sufficiente che il Salvini venisse sostituito da Zaia. E' semplice ma occorre la volontà di realizzare il cambio.

liberostato1949

Sab, 31/08/2019 - 12:23

Ma dite un po' che credito può avere uno che parla così? Salvini: "Dico agli amici di Forza Italia che dicono 'non dobbiamo andare avanti con la Lega': messaggio ai naviganti: noi non abbiamo bisogno di niente e di nessuno. Se siamo usciti da una cosa perché non potevamo fare qualcosa non entriamo in un'altra cosa per continuare a non fare nulla".

mcm3

Sab, 31/08/2019 - 12:43

Parisi, andrai a passeggio nel parco insieme a Berlusconi, senza Salvini il vostro decantato Centrodestra non esiste, appena vi ha lasciati ha raddoppiato i consensi, per lui siete solo numeri, per voi Salvini e' sopravvivenza,

Altoviti

Sab, 31/08/2019 - 14:06

Che cosa dice costui? Senza l'accordo per fare il governo giallo-verde tanto osteggiato dal centro-destra ci sarebbe stato già da un anno il governo giallo-rosso e saremmo già stati in mano alla sinistra. Esigete il voto, assediate il Colle invece di prendervela con l'unjco che è stato pragamtico pur di evitare di lasciare il paese in mano del PD!

Altoviti

Sab, 31/08/2019 - 14:12

D'accordissimo con Brutio63. La Merkel andava osteggiatra in tutti i modi. L'UE non è un "anscluss" tedesco sull'Italia. Il giuramento della LEGA LOMBARDA (quello storico) vale ancora. Come dice l'inno di Garibaldi: "fuor lo straniero d'Italia!

ex d.c.

Sab, 31/08/2019 - 16:29

Infatti, il problema di eventuali elezioni è che molti sono ancora infatuati di Salvini come lo furono per Renzi. Non hanno ancora capito l'incapacità del personaggio che unità dell'arroganza diventa pericolosa

Gilgamesh1000

Sab, 31/08/2019 - 17:10

Ha tuonato Parisi .. il più silurato da forza Italia.. ma va la

rino34

Sab, 31/08/2019 - 20:23

mcm3 come un tempo non sarebbe potuto esistere il cdx senza Berlusconi, e allora? ci siamo scordati di quando la lega contava il 4%? La ruota gira, spero che quando cadrete vi sarete premuniti con un buon paracadute.

rino34

Sab, 31/08/2019 - 20:28

Ha ragione chi invoca Zaia. Ma anche la MEloni è di troppo. E' evidente che Salvini e Meloni si sono già accordati per far fuori Silvio. Se si tornasse al vecchio schema del cdx, con una lega guidata da una persona che vuole unire, con un unico programma in campagna elettorale (non come nel 2018) e senza comportamenti scorretti (come quelli della Meloni che continua ad associare Fi con il PD), allora non ce ne sarebbe per nessuno. Salvini non tiene conto del sud, quando i grillini inizieranno a sparare sulle autonomie, Salvini vedrà cadere i suoi sogni di gloria...non darei così per scontata una vittoria sua e della MEloni.

rino34

Sab, 31/08/2019 - 20:30

Altoviti no. Dopo le elezioni Renzi disse no a Di Maio che l'aveva preso a male parole, lui e il PD (dicendogli che si arrangiasserononostante che proprio i grillini avevano chiesto di fare un accordo). Se Salvini non si fosse messo in mezzo, Mattarella non avrebbe altra scelta di rimandare la gente a votare. Lei forse ha problemi di memoria...capita anche ai migliori.

Altoviti

Sab, 31/08/2019 - 21:25

@rino34: penso che Renzi abbia detto di no per far piacere a Berlusconi, uno scambio di cortesie. Mattarella avrebbe fatto un governo tecnico, avrebbero fatto una legge elettorale ancora peggiore oppure alla fine Renzi sarebbe stato costretto a farsi da parte per lasciare le mani libere ai vari Zingaretti, veri zingari della poltrona.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 31/08/2019 - 21:29

il nulla che parla

Divoll

Dom, 01/09/2019 - 00:49

Senza Salvini non ci sono ne' destra ne' tantomeno centro-destra.

seccatissimo

Dom, 01/09/2019 - 07:44

Parisi chi ?