Sarà il dopo Barbagallo, Bombardieri segretario generale aggiunto Uil

È il passo precedente al vertice nazionale, il sindaco decide il proprio futuro

Sarà il dopo Barbagallo, Bombardieri segretario generale aggiunto Uil

Calabrese, cinquantacinquenne, sposato con due figlie, laureato in scienze politiche alla Sapienza, ama la musica rock, ama il basket e la pesca (suo hobby preferito ed ancora praticato) ed inizia il suo percorso sindacale giovanissimo nel settore Università e Ricerca. Pierpaolo Bombardieri sarà il dopo Carmelo Barbagallo il siciliano che da anni è il Segretario Generale Nazionale della Uil e da oggi segna il percorso del futuro sindacato. È prassi che l’incoronazione del Consiglio Confederale Nazionale, dopo la nomina del un segretario generale nazionale aggiunto, abbia già deciso che da tale diventi poi il vertice della struttura. Figlio di un sindaco impegnato nella politica locale della sua regione di origine, Bombardieri dopo essersi affacciato nel settore Università approda alla segreteria nazionale dei giovani della Uil conoscendo bene la precarietà perché da sempre convinto che un Paese civile debba coincidere con la capacità, di questo, di rispettare il Lavoro e le fasce deboli. Oggi cinquantacinquenne ma a quaranta eletto segretario organizzativo e poi generale del Lazio essendosi trasferito nella capitale sin dagli studi universitari. “L’elezione di Bombardieri a segretariato aggiunto apre il sindacato alle nuove generazioni essendo, loro, il ponte verso il futuro dell’organizzazione e della società”. Il suo percorso, che lo porterà alla successione da qui ai prossimi mesi dell’attuale Barbagallo, ha inizio quando quest’ultimo lo vuole cinque anni fa a capo dell’organizzazione della Uil. Parla con il “noi” e non con l’io, non spegne mai il telefono perché, come lui stesso dice: “le ingiustizie ed i soprusi non hanno orari”.

Tag

Commenti