"Savoini non faceva parte della delegazione di Salvini"

Palazzo Chigi conferma su Gianluca Savoini che "nessun costo o missione è stata mai posta a carico della Presidenza" e che il presidente di Lombardia-Russia "non faceva parte della delegazione" del vicepremier Matteo Salvini durante il viaggio a Mosca del 16-18 ottobre 2018

"Si sta parlando di aria fritta, non mando io mail dal Viminale, parliamo di una vicenda surreale dove si parla di una trattativa di 3 milioni di tonnellate di petrolio... siamo seri. Non abbiamo mai visto nè toccato un euro o un rublo. Se qualcuno si diverte a occuparsi di pranzi e cene lo faccia pure, ma io ho cose più importanti di cui occuparmi". Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini intervenendo a 24Mattino su Radio 24, commentando la presunta mail del Viminale per accreditare Gianluca Savoini a Mosca. "Agli incontri del signor Ministro con le autorità russe saranno presenti anche l’onorevole Claudio D’Amico e il dottor Gianluca Savoini": è questa la mail che, secondo il Corriere della Sera, smentisce la versione di Salvini. È stata inviata mercoledì 11 luglio 2018 alle 15.27 dal capo cerimoniale del ministero dell’Interno all’Ambasciata italiana a Mosca.

Il leader leghista, scrive sempre il quotidiano di via Solferino, ha sempre negato che il Presidente dell'Associazione Lombardia-Russia Gianluca Savoini - indagato per corruzione internazionale insieme all'avvocato Gianluca Meranda e a Francesco Vannucci a seguito dell'incontro del Metropol di Mosca del 18 ottobre 2018 - facesse parte della delegazione ufficiale, ma "i documenti allegati alla relazione consegnata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Parlamento ricostruiscono ogni passaggio". Inutile negarlo: Matteo Salvini ha commesso un grave errore politico e di comunicazione scaricando in un primo momento il Presidente di Lombardia-Russia - Savoini chi? - e facendo quasi finta di non conoscerlo.

D'altra parte, il fatto che Savoini sia stato accreditato dal Viminale non è assolutamente notizia. Infatti, Gianluca Savoini non fa parte formalmente "dello staff di Salvini" ma ha sempre partecipato alle iniziative - soprattutto a Mosca - in qualità di presidente dell'associazione Lombardia-Russa né ricopre all'interno del partito un ruolo specifico anche se è leghista da sempre. Come abbiamo scritto nei giorni scorsi, anche al foro di dialogo Italo-russo del 4 luglio 2019, svoltosi presso la Sala Conferenze Internazionali della Farnesina, Savoini è accreditato come "Associazione culturale Lombardia-Russa" e non in qualità di collaboratore di Matteo Salvini. L'ex capo dell'ufficio stampa di Roberto Maroni in Regione Lombardia non ha mai fatto mistero delle sue idee e basta aprire il sito dell'associazione per capire di cosa si tratta: ciò non fa di lui un consigliere del vicepremier. È semplicemente il presidente di un'associazione che gravita attorno al partito ed è perfettamente naturale che venga invitato agli eventi in cui si parla di Russia o siano presenti rappresentanti del governo del Cremlino o lo stesso Vladimir Putin in persona.

A conferma di ciò, come riporta il Corriere della Sera, citando una nota ufficiale di Palazzo Chigi: "Per quanto il signor Gianluca Savoini, nessun costo o missione è stata mai posta a carico della Presidenza non esistendo alcun rapporto di collaborazione e/o consulenza del signor Savoini e in occasione della missione del 16-18 ottobre 2018 il signor Savoini non ha fatto parte della delegazione al seguito del Vice Presidente Salvini". La conferma, dunque, è ora ufficiale: il Presidente di Lombardia-Russia non ha alcun rapporto di collaborazione - se non dei rapporti evidentemente politici - e anche nella missione del 16-18 non faceva parte della delegazione ufficiale. Questa è la vera notizia.

Tutto è nato dall'inchiesta di Buzzfeed, il giornale del falso dossier sul Russiagate americano, secondo il quale, durante l’incontro del 18 ottobre all'Hotel Metropol di Mosca si sarebbe parlato anche dei soldi (65 milioni di euro) da far arrivare alla Lega in vista della campagna elettorale per le Europee, attraverso una triangolazione con l’Eni per la vendita di 3 milioni di tonnellate di petrolio dalla Russia all’Italia. Ad oggi non ci sono notizie né di rubli né di petrolio e sull'inchiesta del giornale liberal americano ci sono fortissimi dubbi. Nel frattempo la giustizia fa il suo corso.

L'avvocato di Savoini, Lara Pellegrini, ha presentato un'istanza al Tribunale del Riesame per chiedere la revoca del sequestro del cellulare e delle carte trovate a casa sua dalle Fiamme Gialle poche ore prima dell'interrogatorio. La Procura, a questo punto, depositerà entro la metà della prossima settimana al Riesame i documenti che riterrà necessari in vista dell'udienza nella quale si discuterà il dissequestro del materiale. Un passaggio importante, perché potrebbe rivelare alla difesa importanti elementi di prova a carico dell'ex portavoce di Matteo Salvini. Dopodichè spetterà all'avvocato Pellegrini depositare una memoria per conto di Savoini in vista dell'udienza davanti ai giudici del Riesame, che si terrà entro la prima settimana di agosto. Nel frattempo gli inquirenti e le Fiamme Gialle andranno avanti ad analizzare il molto materiale trovato a casa di Savoini, del legale romano Gianluca Meranda e l'ex bancario Francesco Vannucci.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

schiacciarayban

Ven, 26/07/2019 - 11:55

«Savoini va accreditato». Ecco la mail del Viminale che smentisce Salvini. Questo è quello che dice il Corriere, cioè esattamente l'opposto, qualcuno dirà mai la verità? Questa storia puzza sempre di più e Salvini continua a scappare.

lorenzovan

Ven, 26/07/2019 - 11:56

come ??? scratch scratch scraych..cavolo che arrampicate sugli specchi...sento gli scratch pure da Lisbona

cardellino

Ven, 26/07/2019 - 12:08

Felpino non fuggirai a lungo. Bugiardo patentato a che titolo l'hai invitato????. Per metterti la bavaglia durante la cena??????? Smettila di fuggire e di mentire.

Popi46

Ven, 26/07/2019 - 12:10

Beh, le tre scimmiette al governo ci provano a turno (a seconda dell’argomento), una non vede,una non sente, una non c’era (perché dormiva).....

Rossana Rossi

Ven, 26/07/2019 - 12:11

Ma basta con queste porcherie che ci costano un sacco di soldi......c'è il corpo del reato? NO. e allora che la si smetta di usare il 'metodo Berlusconi' per cercare di far fuori gli avversari politici....se prima ha funzionato oramai gli sporchi del pd dovrebbero capire che adesso sono stati sgamati...........

Triatec

Ven, 26/07/2019 - 12:31

schiacciarayban # Se lo dice il Corriere sarà, senza ombra di dubbio, vero.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 26/07/2019 - 12:33

Ma vi pare che uno, senza alcun incarico ufficiale, vada a trattare con personaggi "russi" non meglio identificati, nella hall di un albergo pieno di spie (e lo sanno tutti) della vendita di un quantitativo di petrolio superiore al fabbisogno annuo nazionale? La vostra malafede è addirittura disgustosa!

jaguar

Ven, 26/07/2019 - 12:47

Se i compagni dicono che Savoini è un uomo di Salvini, bisogna credergli.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Ven, 26/07/2019 - 13:38

Una storia inventata ad arte per colpire Salvini. Un nulla fatto di chiacchere che però impegna risorse che pagano gli Italiani. Quando si scoprirà che dietro a questa faccenda vi è solo un malsinistro tentativo di screditare il Ministro dell'Interno, Salvini volerà nei sondaggi e il PD sarà ulteriormente coperto di ridicolo.

ortensia

Ven, 26/07/2019 - 14:02

Il russia gate in salsa italiana sembra la brutta copia di quello americano con un mueller balbettante ed insicuro che in 3 anni di investigazioni non ha concluso nulla. In entrambi i casi tutto fumo negli occhi dei dem di qua e al di la' dell'oceano per distogliere il popolo bue da altri ben piu' grossi problemi.

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Ven, 26/07/2019 - 14:05

schiacciarayban e lorenzovan non ho trovato vostri commenti sul carabiniere ucciso come mai? Solitamente se non c'è il nome di Salvini non mettete post potete spiegare il motivo? Non sarete per caso due trinariciuti?

maurizio-macold

Ven, 26/07/2019 - 14:13

Insomma, palazzo Chigi, cioe' Conte, non ha accreditato il Savoini. Il Salvini neanche lo conosce !!!! Insomma, come ha fatto il Savoini a far parte della missione a Mosca e ad essere ricevuto da Putin? Piu' passa il tempo piu' la cosa puzza.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 26/07/2019 - 14:19

Cardellino+schiacciarayban+lorenzovan:"Per voi tre è assolutamente certo che Salvini è colpevole e quello che dichiara un giornale, per giunta di sinistra,non è credibile". Gente come e voi che condanna ha mandato in rovina il paese. Siete dei vigliacchi, se un personaggio politico vi è scomodo fate di tutto per screditarlo...senza riuscirci! I fatti nel tempo hanno avuto sempre la meglio sulle dicerie e voi tre siete la menzogna accreditata. Salvini 1yesto lo ha capito benissimo. Piuttosto fate qualcosa per gli italiani invece di remare contro. Buona giornata.

Ritratto di Blent

Blent

Ven, 26/07/2019 - 14:25

Aria fritta è la parola giusta, i ladri di bambini di aggrappano a tutto pur di screditare i''avversario

schiacciarayban

Ven, 26/07/2019 - 14:26

giùalnord -"Per voi tre è assolutamente certo che Salvini è colpevole e quello che dichiara un giornale, per giunta di sinistra,non è credibile". No, non è assolutamente certo che sia colpevole, ma allora perchè scappa e non risponde? Così facendo alimenta solo i sospetti.

lorenzovan

Ven, 26/07/2019 - 14:31

fiulano Doc...ma allora Savoini e' una figurina Panini ??? e' un cromo...fatto appadoire reale dai sinistri..strano..pero' sto cromo di foto col Trombetta ne ha fatte parecchie...lololol

maurizio-macold

Ven, 26/07/2019 - 14:46

Signor PARA'PADANO (14:05), perche' cerca di cambiare discorso? E poi cosa c'entra un fatto di cronaca come quello di Roma con questo inciucio Salvini-Savoini-Putin? Mi creda, lei faceva meglio a starsene zitto. E Salvini, se fosse davvero il capitano coraggioso che si vanta di essere, avrebbe affrontato la situazione davanti alle camere ed ai media. Se non lo ha fatto ha qualcosa da nascondere, questo e' poco ma sicuro.

Andrea_Berna

Ven, 26/07/2019 - 15:07

Si continua a parlare di questa cosa ma il punto e': agli italiani non gli interessa niente della farsa del Metropol. Viviamo in un paese in cui i partiti politici hanno preso soldi (e con ogni probabilita' continuano a prenderli) da chiunque. Nei modi piu' vari e originali. Gli italiani hanno sempre avuto simpatia per la russia e il suo popolo a cui dobbiamo un debito di riconoscenza infinito per la fine della seconda guerra mondiale (al popolo russo e ai suoi 30 milioni di morti, non certo a stalin e al partito comunista). Piuttosto il PD spiegasse i suoi rapporti con la Francia, la provenienza delle legion d'onore accmulate negli anni, i rapporti con le fondazioni della galassia di Soros. Quello si', sarebbe molto piu' interessante del meeting moscovita di barbe finte, sindacalisti Piddini ex Monte Paschi e cronisti dell'Espresso.

nerinaneri

Ven, 26/07/2019 - 15:30

...fiducia nella magistratura...

Ritratto di WSilvioW

WSilvioW

Ven, 26/07/2019 - 16:05

Amisci legaioli, siate pazienti con i comunisti, essi sono un po' ingenuotti. Sono caduti nel trappolone tetesco-francioso delle presunte trascrizioni delle presunte registrazioni delle presunte richieste di mazzettoni del presunto Savoini ai presunti russi. Ma si puo' essere piu'... comunisti? Adesso pure la presunta mail del presunto Viminale. Per non parlare della presunta cena di Salvini col presunto Savoini e altri presunti 5 tra cui il presunto Ferlenghi Ernesto presidente di Confindustria Russia e manager dell'ENI in Russia, nel presunto ristorante Rusky la sera prima del presunto incontro mazzettaro. Speriamo che nel presunto ristorante non ci fossero presunti registratori, altrimenti sai 'sti comunisti (non presunti) che manfrine... Comunisti, perche' non ci parlate di Bibbiano invece? PS: riguardo al presunto quantitativo di petrolio per le presunte mazzette, leggo su internet che, per esempio, nel 2016 l'Italia ha consumato 1,27 milioni di barili di petrolio. Al giorno.

Gio56

Ven, 26/07/2019 - 16:12

Signor PARA'PADANO (14:05), perche' cerca di cambiare discorso?Come hai risposto alcuni giornoi fà,ma farti i cavoletti tuoi no?

Ernestinho

Ven, 26/07/2019 - 16:13

La domanda nasce spontanea: E cosa ci faceva là?

Rugantino49

Ven, 26/07/2019 - 16:17

In realtà proprio il tenore della mail lascia intendere che il nome del Savoini e dell'on. D'Amico siano stati aggiunti alla lista originaria quando il Savoini si è evidentemente rivolto al funzionario, nella sua qualità di Presidente dell'Associazione culturale Lombardia - Russia, per essere aggiunto all'elenco degli ammessi agli incontri, alla stregua degli altri analoghi. E' del tutto verosimile che il funzionario abbia operato l'aggiunta "in automatico", senza preoccuparsi di ottenere alcun assenso, anche perché la loro presenza non comportava alcun onere economico di cui render conto.

Gio56

Ven, 26/07/2019 - 16:29

Signor PARA'PADANO (14:05), perche' cerca di cambiare discorso?Come hai risposto alcuni giornoi fà,ma farti i cavoletti tuoi no?Naturalmente era rivolto al romano maurizio-macold.(quello che non desidera che che altri facciano critiche hai suoi commenti)

DRAGONI

Ven, 26/07/2019 - 17:06

STA PER USCIRE LA VERITA' CHE TANTO DISTURBERA' I CATTO COMUNISTI!CHI E CON QUALI SOLDI SONO STATI PAGATI I BIGLIETTI AEREI ED IL SOGGIORNO A MOSCA DEL SILENZIOSO Gianluca Savoini? SAVOINI POTREBBE DIRLO INVECE TACE.

Ernestinho

Ven, 26/07/2019 - 18:21

Non si deve sempre mettere la politica in mezzo. Bisogna valutare i fatti! Gli imbrogli stanno dappertutto!

maurizio-macold

Ven, 26/07/2019 - 20:52

Signor PARA'PADANO , da una persona intellettualmente onesta mi sarei aspettato un post di scuse per le cose che ha scritto. Ci provi, almeno......