Scontro tv tra Giletti e Licheri sulle scarcerazioni dei boss: “Basta menzogne, è una vergogna”

L’ira del conduttore: “Continuate a mentire al popolo italiano”. La risposta: “Non può girare le sentenze”

Durissimo lo scontro verbale avvenuto in televisione nella serata di ieri, tra Massimo Giletti e l’avvocato e senatore M5S Ettore Lichieri. E non è certo la prima volta che il conduttore si adira in studio sull'argomento trattato anche ieri sera.

Lo scontro in trasmissione

Durante la trasmissione “Non è l’Arena” in onda su La7, si è acceso un dibattito tutt’altro che sereno e tranquillo tra il conduttore e il suo ospite in studio sul tema delle scarcerazioni dei boss in regime di 41 bis, avvenute durante i mesi dell’emergenza coronavirus. Da ciò è nato il caso Dap ed è esploso poi quello Di Matteo con tanto dell’ormai famosa mozione di sfiducia per il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

Quando Licheri ha iniziato affermando che Pasquale Zagaria era stato scarcerato non perché vi era il timore che si ammalasse di coronavirus, ma a prescindere, perché si era ritenuto che la sua pericolosità sociale fosse scemata, ha scatenato la reazione di Giletti. Licheri ha subito giustificato il fatto chiarendo: “Non credo che ci fosse volontà di mandare a casa questa gente, credo che sia mancata una interlocuzione valida tra Dap e tribunale di sorveglianza dovuta alla situazione straordinaria dell’emergenza coronavirus. La paura di far entrare il virus”.

L'inchiesta e l'attacco di Giletti

Ma la risposta dell’avvocato non ha certo soddisfatto Giletti che ha immedfiatamente contrattaccato sottolineando: “Abbiamo fatto un’inchiesta su questo. Il Dap non ha mai risposto a quattro udienze. Hanno chiesto dove collocarlo e Basentini non ha mai risposto, se non il sabato alle 17.38 con una mail ad un indirizzo sbagliato. E il dottor De Vito aveva fatto udienza alle 11 del mattino. Questo è uno schifo ed è ora di finirla di giocare con queste cose”. Ha poi proseguito dicendo che continuare a dire delle falsità non è da persone civili, anche perché gli italiani hanno tutto il diritto, e il dovere, di avere delle risposte. Possibilmente veritiere.

Licheri ha però specificato che nessuno sta giocando e che si sta parlando della vita delle persone. Ha infatti subito dopo letto un passo della sentenza del Tribunale in cui si afferma che “le successive cure hanno inciso in maniera autonoma e grave sulle condizioni di salute di Zagaria, ancor prima della diffusione della pandemia”. Giletti sbotta nuovamente: “ Non mi piace chi dice menzogne. Io sto citando un’inchiesta mai smentita dal ministro. Chiamasse se ha il coraggio. Chiamò Basentini ed è dovuto andare a casa. Sapeva benissimo che il Dap non aveva risposto. Siamo pronti ad aprire i telefoni”. Ha invitato infine il ministro a smentirlo qualora ne avesse avuto il coraggio, perché ha delle responsabilità.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

aldoroma

Lun, 15/06/2020 - 10:08

A casa.... Tutti a casa

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/06/2020 - 10:13

giletti ha soltanto confermato quello che già si sapeva :-) il M5S invece ancora non ha capito!!

SAMING27

Lun, 15/06/2020 - 10:36

L'apparatao burocratico in genere e quello giudiziario in partiocolare sono allo sfascio. I funzionari, anche quelli di alto grado "se ne fottono" pensano a lavorare il meno possibile e a non per dere i oro lauti stipendi.

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 15/06/2020 - 10:37

La sintesi della trasmissione non spiega a chi non l'avesse vista il vero nocciolo della questione: che il ministro abbia agito o meno in Bonafede nel nominare i vertici del Dap, rimane il fatto che essi, non solo erano soggetti discutibili ( De magistris ne sa qualcosa), ma hanno emanato direttive che hanno portato alla scarcerazione di oltre 250 reclusi per associazione di stampo mafioso e altrettanti criminali pericolosi, con la scusante del coronavirus. Non solo: hanno reso il regime carcerario più blando in ben 13 istituti, con gli effetti devastanti che conosciamo. In altri Paesi ci sono ministri che si dimettono per una multa per eccesso di velocità...Giletti sta lottando contro i mulini a vento, visto il silenzio che lo circonda da parte della stampa che tifa per non far cadere il governo.

cir

Lun, 15/06/2020 - 11:02

giletti vale come tutti gli altri conduttori di beghe in televisione = 0

zena40

Lun, 15/06/2020 - 11:07

mortimermouse non sono d'accordo il M5S ha capito bene: tirano avanti perché sanno benissimno che se cade il governo loro vanno a casa a prendere il reddito di cittadinanza.......a fare i braccianti o a vendere noccioline allo stadio

Atlantico

Lun, 15/06/2020 - 11:11

Giletti ormai è un Funari con uso del congiuntivo.

zena40

Lun, 15/06/2020 - 11:27

Il problema è che negli altri paesi esiste ancora il senso di responsabilità e l'osservanza dello spirito nazionale. Qui siamo ridotti a mettere nei posti di guida figure di sotto profilo. Chi forma il governo e chi lo ratifica dovrebbero scegliere persone preparate o comunque competenti nelle materie di competenza. Invece abbiamo il DJ, il venditore di noccioline, la bracciante .... in ossequio alla legge che "UNO VALE UNO". Fin tanto che il Presidente non passa all'esame delle competenze dei singoli ministri andremo sempore peggio.

zadina

Lun, 15/06/2020 - 11:27

La liberazione dal carcere duro di mafiosi è la vergogna del ministro della giustizia, in carcere erano sicuri di non essere contagiati dal covid 19 non andavano a passeggiare in locali pubblici rischiando di essere contagiati, e se fosse capitato sarebbero stati curati come chiunque altra persona, si poteva capire se avessero liberato ladri di biciclette o persone che avevano fatto un furto in un negozio di alimentari, ma i condannati di mafia è inconcepibile, vergogna vergogna Bonafede deve cambiare mestiere non è la persona giusta per un incarico tanto importante si doveva dimettere immediatamente, ma s i è incollato alla comoda poltrona ben remunerata.

ROUTE66

Lun, 15/06/2020 - 11:28

@ CIR: che tristezza leggere questo commento. HANNO PROPRIO RAGIONE CHI NON FA NIENTE,perchè in questo DISGRAZIATO PAESE chi fa SBAGLIA

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 15/06/2020 - 11:45

@ cir e atlantico: le trasmissioni fatte da Giletti sul tema in oggetto le ha avete viste o ne parlate per sentito dire ? E se le avete viste, cosa ne avete capito ?

cir

Lun, 15/06/2020 - 12:16

Tutti i giornalisti televisivi hanno il preciso compito di confondere le idee..pur essendo pagati senza responsabilita' il triplo di un politico che deve fare,nel bene e nel male. Ecco perche' tranne pochissimi li considero 0 !

Atlantico

Lun, 15/06/2020 - 12:17

Giletti è pronto per candidarsi con la lega: si era capito da tempo da che parte pendesse ... Però si deve sbrigare, perchè i sondaggi di Salvini sono da tempo guidati da un trend gradualmente discendente.

Atlantico

Lun, 15/06/2020 - 12:23

@adespota, hai una domanda di riserva ? Perchè quella che hai fatto è ridicola e ultronea.

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 15/06/2020 - 13:02

@atlantico: no, la ribadisco e noto che non sai rispondere.

BEPPONE50

Lun, 15/06/2020 - 13:26

Giletti ultimamente mi sembra molto cambiato nelle discussioni e nelle risposte SEMPRE ARRABIATO puo darsi che gli hanno diminuito lo stipendio L'unica cosa sbagliata aver messo fuori dal carcere tutti quei mafiosi Saluti

cir

Lun, 15/06/2020 - 13:34

Adespota Lun, 15/06/2020 - 13:02 : rispondo io se Atlantico me lo permette... Un giornalista televisivo ha un compito ben definito.Si chiama indice di ascolto che serve a valutare il prezzo da far pagare ai pubblicitari che si rivolgono per fare cassa. Non e' importante come fa' ad attirare il pubblico , l' importante e' che ne attiri grande quantita' , da poter dire un solo minuto di pausa e siamo ancora da voi..Pubblicita', ma non girate canale, nel frattempo vi vendo "profumatamente" a questi commercianti ..che voi pagherete felicemente senza capire un cavolo del perche' io saro' sempre polemico ...

ziobeppe1951

Lun, 15/06/2020 - 13:37

cir...12.16...tira fuori i nomi di quei pochissimi..magari cambiamo idea

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 15/06/2020 - 13:54

@cir: anche Lei non ha risposto alla mia domanda e quindi gliela ripeto: ha seguito il ciclo di trasmissioni e cosa ci ha capito ? Le ricordo che Giletti conduce ( su una rete che è tutto meno che fascioleghista) ma gli ospiti non erano certo leghisti, a meno che Telese, DeMagistris, Di Matteo, e la giornalista del Fatto non lo siano diventati nella notte scorsa all'insaputa di tutti.

cir

Lun, 15/06/2020 - 13:58

ziobeppe1951 Lun, 15/06/2020 - 13:37 : DIEGO FUSARO ...GIULIETTO CHIESA ( buon anima ) Barnard..

cir

Lun, 15/06/2020 - 14:16

Adespota Lun, 15/06/2020 - 13:54 ho gia' risposto . avvocato , giornalista e mercenario hanno tutti uno scopo comune, ti e' chiaro ?

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 15/06/2020 - 14:41

@ cir : a me basta così. Inutile dialogare. Lascio volentieri la parola agli altri lettori/ commentatori .

Atlantico

Lun, 15/06/2020 - 15:22

@adespota, hai preso il caffè stamattina ?

maurizio-macold

Lun, 15/06/2020 - 15:37

Giletti fa le inchieste. Poi sempre il Giletti fa il processo mediatico. Ed infine il Giletti fa giudice & giuria ed emette condanne. Per caso, non e' che questo Giletti si e' un pochino montato la testa?

Antonio43

Lun, 15/06/2020 - 16:10

Adespota a lava' a capa o ciuccio, si pierde acqua, tiempe e sapone! Magari Giletti invitasse Fusaro su questo argomento, gli leverebbe la pelle solo con le parole a quell'essere inutile che sta a capo di quel ministero.

Una-mattina-mi-...

Lun, 15/06/2020 - 16:22

SE L'ITALIA E' RIDOTTA COSI' EVIDENTEMENTE UN PROBLEMA DI DILAGANTE IMPUNITA' C'E', PERSISTE E INSISTE

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Lun, 15/06/2020 - 17:19

maurizio-macold: temo che lei abbia abbia dato la soluzione al problema. Ho detto temo perché un po' mi dispiace endo sempre considerato positivamente Giletti.

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 15/06/2020 - 19:06

@maurizio-macold e ciompi: sono sicuro che voi il ciclo di inchieste, in particolare quella di ieri sera, non l'avete seguito, altrimenti sareste più cauti. Secondo voi il problema è Giletti e non l'inquinamento mafioso nei gangli del potere dello Stato. Escludiamo pure Giletti, allora Ingroia, Di Matteo, Da Magistris, Telese e altra giornalista del FQ. sono tutti di destra e ammalati di protagonismo sparano a vanvera, sapendo di poter essere querelati? L'importante è distogliere l'attenzione, solita strategia sinistra.