Se i grillini si riciclano

Avevano fatto il loro esordio sulla scena politica da guastatori. Fustigatori dei costumi corrotti ed epuratori delle barbe grigie della vecchia politica. Ora, alla tenera età di undici anni (il Movimento è nato nel 2009), hanno già conseguito un dottorato nell'antica arte del riciclo dei vecchi arnesi della politica. I due casi più evidenti della nouvelle vague sono Virginia Raggi e Chiara Appendino. La sindaca di Roma, in barba alla decenza e al buonsenso, come se non avesse torturato per quattro anni la Capitale, veleggia verso la ricandidatura. Nemmeno la timida opposizione - subito ritrattata - di Luigi Di Maio è riuscita a frenare la sindachessa nel suo desiderio di tenersi la poltrona. Sarebbe bastato lo sputtanamento mondiale di Spelacchio - l'ormai mitologico albero di Natale posto in fin di vita nel centro dell'urbe - per far desistere chiunque altro dal tentativo di reinsediarsi al Campidoglio. Ma la Raggi indomita, tra una voragine stradale e un bus in fiamme, ci riprova.

Stesso fine, ma altra strategia, invece per Chiara Appendino. Il sindaco di Torino ha annunciato di non volersi ricandidare. Dopo la condanna a sei mesi per falso in atto pubblico per il caso Ream ha deciso di attaccare al chiodo le sue ambizioni politiche? No, soltanto la fascia tricolore. Che, con ogni probabilità, i cittadini non le avrebbero riconfermato. «Sono assolutamente certa di aver sempre e solo salvaguardato gli interessi dell'ente che amministro - spiega la pentastellata -. Tuttavia, le tempistiche per arrivare a sentenza, vanno oltre la scadenza elettorale del 2021». Ma, mentre lei sciorina buone intenzioni, da Roma c'è già chi lavora per farla diventare un astro nazionale del Movimento. Questa è la meritocrazia a Cinque Stelle: hai fatto danni nella tua città per un intero mandato? Benissimo, sei pronta per replicare a livello nazionale. Le parole di Vito Crimi non lasciano adito a dubbi. Tanto sono giustizialisti con i nemici, quanto sono garantisti con i compagni di partito. «Per il MoVimento 5 Stelle e per tutto il Paese è e resta una preziosa, insostituibile, risorsa», ha annunciato il reggente grillino. Passi per i 5 stelle, ma per tutto il Paese ci pare un po' esagerato. Ricordiamo tutti la tragedia di Piazza San Carlo del 3 giugno 2017: 1500 feriti e due donne morte per le conseguenze della ressa scatenata da alcuni delinquenti. Le responsabilità sono molteplici, ma quello fu il primo di una lunga serie di colpi inflitti all'immagine dell'Appendino. Ma sotto il cielo a 5 Stelle tutto si dimentica velocemente. Il ricambio generazionale, il limite dei mandati, la politica come missione e non come professione erano solo lustrini da far brillare in campagna elettorale. La casta grillina protegge se stessa, accumula incarichi e conserva prebende. Così le due sindache, bocciate dai fatti, si preparano a continuare - ognuna per la sua strada - la propria carriera politica. Ora è chiaro che i grillini - probabilmente in ossequio alla loro ossessione ecologista - non si buttano via neppure quando sbagliano: si riciclano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 15/10/2020 - 10:22

estinguersi, estinguersi.... quando ci mettono?

Giorgio Colomba

Gio, 15/10/2020 - 10:26

E dire che per il trattamento dei rifiuti un inceneritore è assai meno dispendioso ed inquinante di un impianto di riciclaggio.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 15/10/2020 - 10:43

Cosa pretendere da votati con un click! A Copenaghen, l'inceneritore è in città, con sopra delle piste da sci, a vederlo sembra un condominio!

ROUTE66

Gio, 15/10/2020 - 10:59

Cosa volete che esca da chi si è inventato il MANDATO ZERO. Ed ora come faccio, quando dico come le dita di UNA MANO. Parto da UNO o da ZERO

Papilla47

Gio, 15/10/2020 - 12:04

Ottimo ripresentare la Raggi a Sindaco della capitale. Meno buona la notizia del ritiro dell'Appendino che ha altri appetiti. I nuovi candidati a sindaco avranno più probabilità su Roma che su Torino.

Ora

Gio, 15/10/2020 - 13:28

X mortimermouse: Estinguersi estinguersi estinguersi quanto ci mettono? ......Guardi la sua farsa Italia e ha già la risposta.

maurizio-macold

Gio, 15/10/2020 - 14:17

A proposito di riciclati penso che la storia politica di Salvini sia un esempio. Il "capitano" nasce KOMUNISTA del PCI, poi diventa un separatista/indipendentista della Lega Nord, poi ancora si trasforma in un NAZIONALISTA SOVRANISTA (cioe' dittatore) che strizza l'occhio alla nazista Le Pen. Insomma, il "capitano trasformista" ha attraversato tutto l'arco politico italiano dall'estrema sinistra all'estrema destra!! E c'e' qualcuno che ancora gli sta dietro !!!

Giorgio Colomba

Gio, 15/10/2020 - 14:52

Grillopoliticante: impara l'arte di non mettersi da parte.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 15/10/2020 - 14:52

maurizio-macold, lo hai letto su Topolino?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/10/2020 - 14:55

Andranno quasi tutti nel PD, dopo aver urlato, per un decennio, mai con loro.

maurizio-macold

Gio, 15/10/2020 - 15:41

@ TOMARI (14:52): si informi e poi vedra' che ho ragione.

Ritratto di highlander01

highlander01

Gio, 15/10/2020 - 16:24

maurizio-macold prima di scrivere IDIOZIE si concentri meglio e legga ma quando legge cerchi anche di capire quello che legge...:Nelle elezioni del Parlamento della Padania del 1997 è candidato capolista della corrente dei Comunisti Padani, che ottiene 5 seggi su 210, corrente di cui fu tra i fondatori.L'anno successivo è eletto segretario provinciale di Milano della Lega Nord(1998-2004).Sappia che iscritto alla LEGA NORD dal 1990.

dagoleo

Gio, 15/10/2020 - 16:37

nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma.

maurizio-macold

Gio, 15/10/2020 - 17:36

@ highlander01 (16:24). Quindi lei conferma il contenuto del mio post. Il suo capitano nasce comunista e un po' alla volta, in base a quello che gli conviene di piu', passa all'altra sponda. Il suo post e' un AUTOGOL!