"Sei il grande sconfitto?": Lilli Gruber punzecchia Travaglio

La conduttrice ha messo alle corde Marco Travaglio sul governo Draghi e il direttore del Fatto Quotidiano ha provato a giustificarsi

"Sei il grande sconfitto?": Lilli Gruber punzecchia Travaglio

Diretta e senza giri di parole. Lilli Gruber non ha perso occasione di mettere alle strette Marco Travaglio nell'ultima puntata di Otto e Mezzo. Ospite della trasmissione di La7 il direttore de Il Fatto Quotidiano si è trovato in seria difficoltà nel rispondere alle pungenti domande della conduttrice sulla questione Mario Draghi e sulle sue previsioni smentite.

"In questa crisi tu hai sempre escluso l'ipotesi Mario Draghi e in molti ti ritengono il grande sconfitto di questo passaggio cruciale per il nostro paese. Come replichi anche alle tante ironie che sono state fatte in questi giorni su di te". Lilli Gruber è diretta e mette in evidente difficoltà l'ospite in collegamento esterno. Marco Travaglio prima sorride, accennando sul viso un'amara smorfia, poi replica a Lilli Gruber con fare un po' stizzito.

"Ne faccio anch'io di ironie - ha risposto il giornalista al sorriso sornione della Gruber - perché se volessi vincere o perdere in politica mi candiderei e cercherei di prendere dei voti. Ma non ne ho nessuna intenzione. Due anni fa mi ero battuto per un governo Conte con Pd e M5s, mi pare che abbiano dato una discreta prova tanto che ora vorrebbero correre insieme alle elezioni. Ho perso? Ho vinto? No penso di aver detto qualcosa di utile per il paese".

L'arringa difensiva di Marco Travaglio si è spostata poi sui governi cosiddetti tecnici - "governi di ammucchiata che non funzionano perché si litiga e sono degli equivoci" - salvo poi dover replicare all'ennesima stoccatina della padrona di casa Lilli Gruber: "Però ora c'è Mario Draghi. Tu lo avevi escluso però". Previsioni quelle del direttore de Fatto Quotidiano che non hanno trovato terreno solido dopo il "sì" dell'ex governatore della Bce alla chiamata del presidente Mattarella. Travaglio ha provato così a difendersi nuovamente, mostrando un certo imbarazzo: "Non faccio l'oroscopo. La mia previsione su Draghi non lo era. Ti dissi che fino a domenica scorsa non era disponibile a fare il premier. Le mie fonti sono certe e ripetute fino a domenica. Poi è successo quello che è successo. Mattarella disperato lo ha chiamato e per ragioni patriottiche Draghi ha detto sì. Che ci posso fare".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento