Senza mascherina in Senato: scatta istruttoria su Salvini

È in corso un'istruttoria dei questori del Senato sul rifiuto del leader leghista di indossare la mascherina a Palazzo Madama. L'annuncio di Casellati

Senza mascherina in Senato: scatta istruttoria su Salvini

Il convegno in Senato sulla pandemia di coronavirus dei cosiddetti "negazionisti" ha portato via con sé numerosi strascichi e altrettante polemiche. All’evento "Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti" hanno partecipato in molti e personalità disparate: da Vittorio Sgarbi e Sabino Cassese, passando per Matteo Salvini e Andrea Bocelli.

I partecipanti sono finiti nel tritacarne mediatico e dei social network, dove sono stati accusati di aver ridimensionato la portata dalla pandemia. Ovviamente, la presenza al convegno del segretario della Lega ha scatenato i suoi avversari politici, che lo hanno messo nel mirino anche per la decisione di non indossare la mascherina.

Tra i tanti, ha così sbottato il ministro per i rapporti con il Parlamento, il grillino Federico D’Incà: "Da cittadino dico che è stata una follia. Dobbiamo infatti sempre ricordare i morti e dobbiamo avere rispetto delle famiglie che hanno sofferto. Credo che il comportamento di Salvini di non portare la mascherina all'interno del Senato debba essere richiamato".

Ecco, e infatti qualcosa è successo. La presidente dell’aula del Senato Maria Elisabetta Casellati ha infatti annunciato l'avvio dell'istruttoria da parte dei questori di Palazzo Madama dopo l'intervento della senatrice del Movimento 5 Stelle Elisa Pirro, che ha duramente criticato - suscitando le proteste dei parlamentari del Carroccio- quanto avvenuto ieri a palazzo Madama in occasione di una iniziativa a cui hanno preso parte diversi esponenti politici, della cultura e della medicina, che sostengono che il Covid-19 non sia più una minaccia e, quindi, non siano necessari i dispositivi di sicurezza come la mascherina. Tra i politici presenti, che si sono rifiutati di indossare la mascherina, Matteo Salvini e Vittorio Sgarbi (in forza al gruppo misto). Insomma, è in corso un’istruttoria contro il capo politico della Lega per la sua scelta di non indossare il dispositivo di protezione individuale in occasione del convegno della discordia.

A proposito della senatrice pentastellata Pirro, in occasione del dibattito in Aula in seguito all’informativa del premier, è arrivato un durissimo attacco nei confronti di Salvini: "Proprio qui in Senato c’è stato chi ha rifiutato di indossare la mascherina, e mi riferisco al senatore Salvini, un fatto gravissimo. È venuto qui per fare un atto di propaganda becero e senza senso. Viene qui per mandare ai cittadini italiani un messaggio privo di ogni fondamento scientifico". Poco più tardi è arrivata la comunicazione di Casellati, che ha dato notizia dell’istruttoria in corso.

Commenti