"È il cinegiornale di Casalino...". Ora è giallo sul video di Conte

Il premier sale al Colle alle 12. Il motivo? "Sta registrando un video da mettere sui social"

"È il cinegiornale di Casalino...". Ora è giallo sul video di Conte

Giuseppe Conte è atteso alle 12 da Sergio Mattarella. Il presidente del Consiglio ha deciso di dimettersi e rimettere il mandato nelle mani del capo dello Stato. L'ha comunicato nel corso del Consiglio dei ministri convocato questa mattina alle 9. Come mai Giuseppe Conte non è salito immediatamente al Quirinale al termine della riunione con i suoi ministri? La domanda è legittima ma c'è una voce che serpeggia tra i cronisti che da ore assediano l'ingresso di Palazzo Chigi. Il Tempo riporta che il presidente del Consiglio avrebbe deciso di prendere un po' di tempo per registrare un video di commiato da rilanciare sui suoi profili social.

Giuseppe Conte avrebbe, quindi, dato priorità alla propaganda social piuttosto che al presidente della Repubblica? Questo si mormorava fuori da Palazzo Chigi e in un momento così delicato per gli equilibri della nazione, se venisse confermato, sarebbe l'ennesimo scivolone. "Mentre l'Italia vuole sapere se la nonna anziana avrà il vaccino, mentre imprenditori e lavoratori non hanno un euro, questi cercano traditori e transfughi, basta che abbiano un simbolo parlamentare. Ora siamo al cinegiornale di Casalino che sta preparando il video di commiato del premier visto che non c'è più l'Istituto Luce", ha sbottato il senatore Maurizio Gasparri ospite del palinsesto speciale in onda su La7. Sergio Mattarella pare non sia particolarmente felice di questo atteggiamento di Giuseppe Conte, che, se fosse confermato quanto trapelato, avrebbe anteposto i suoi interessi social a quelli della nazione, facendo attendere il presidente della Repubblica per un'attività meramente promozionale nel bel mezzo di una crisi di governo.

"Questo teatrino mediatico certamente indispone il capo dello Stato. Ci si va a dimettere al Quirinale, non sui social", ha detto Marzio Breda, esperto quirinalista in diretta a L'aria che tira su La7. Giuseppe Conte ha basato gran parte del suo percorso a Palazzo Chigi sulle comunicazioni social, probabilmente consigliato da Rocco Casalino, suo portavoce. L'approccio comunicativo di Giuseppe Conte è stato a tratti spregiudicato, lontano dai crismi istituzionali che ci si aspetta dalla seconda carica del Paese. Il Grande Fratello di Palazzo Chigi con Giuseppe Conte potrebbe accingersi a trasmettere una nuova puntata e dopo tutte le conferenze in diretta da marzo a oggi (nessun premier o presidente di Repubblica ne ha fatte tante) ecco che arriva anche il video di commiato, da pubblicare presumibilmente il secondo dopo che Sergio Mattarella ha preso tra le sue mani le dimissioni del presidente del Consiglio. Ma il Grande Fratello era in onda ieri.

Claudio Borghi ha commentato su Twitter: "Conte è ancora a Palazzo Chigi sta facendo un video. Con comodo... Quando Casalino conta più delle istituzioni". Il parlamentare, però, non si è limitato a questo e ha aggiunto: "Ci va a mezzogiorno al Quirinale. Prima il video con Casalino e il mercanteggiamento con i ciampolilli... Ma che schifo". Al termine del'incontro con Giuseppe Conte, dagli ambienti del Quirinale fanno sapere che "sono totalmente infondate le ricostruzioni giornalistiche che parlano di irritazione del Presidente Mattarella riguardo a un presunto ritardo del presidente Conte nel salire al Quirinale per le dimissioni. L’appuntamento alle 12 era infatti stato già concordato a inizio mattinata di oggi dai due presidenti".

Al termine dell'incontro con Giuseppe Conte, dal Quirinale fanno sapere che "sono totalmente infondate le ricostruzioni giornalistiche che parlano di irritazione del Presidente Mattarella riguardo a un presunto ritardo del presidente Conte nel salire al Quirinale per le dimissioni. L’appuntamento alle 12 era infatti stato già concordato a inizio mattinata di oggi dai due presidenti".