Politica

"So che veglierai da lassù". Il post della Meloni per la nonna

Giorgia Meloni ricorda sua nonna nel giorno della festa dei nonni e lancia un messaggio importante per tutelare e salvaguardare le persone anziane

"So che veglierai da lassù". Il post della Meloni per la nonna

Nel giorno della festa dei nonni, Giorgia Meloni ha deciso di celebrare la giornata dedicando un post a sua nonna, oggi non più in vita, condividendo con i suoi follower una foto insieme a lei. Il rapporto tra la leader di Fratelli d'Italia e sua nonna è sempre stato molto stretto e lo dimostrano le parole spese da Giorgia Meloni in un periodo in cui, suo malgrado, la sua famiglia di origine è al centro dell'attenzione mediatica per quanto detto da Rula Jebreal.

Ma Giorgia Meloni, dopo aver risposto tramite social e annunciato querela nei confronti della giornalista, ha deciso di non rispondere più alle provocazioni e di proseguire dritta per la sua strada, omaggiando la madre di sua madre nella giornata dedicata ai nonni. "Avrei tanto voluto averti ancora qui al mio fianco con i tuoi insegnamenti, la tua saggezza, le tue battute. Ma so che in qualche modo sarai sempre con me, a vegliare da lassù", ha scritto Giorgia Meloni, sottolineando il rapporto di complicità e di grande stima nei confronti di sua nonna. Per lei, così come per molti, i nonni sono stati un supporto e un appoggio nei momenti di difficoltà, sempre pronti ad aiutare e spronare i nipoti.

Così dev'essere stato anche il rapporto tra Giorgia Meloni e sua nonna, come si evince dalle parole affidate ai social dalla leader di Fratelli d'Italia: "I nonni. Colonne portanti della nostra società, custodi della memoria, fondamento di ogni famiglia. Conosciamo i sacrifici che fate e le difficoltà di tanti di voi, non ci volteremo dall'altra parte. Auguri a tutti e un pensiero a chi purtroppo non è più tra noi. Grazie di tutto".

Anche Matteo Salvini ha condiviso una foto coi suoi nonni: "Per un bimbo il dono più bello del mondo, patrimonio di saggezza e di dolcezza. Grazie ad Agnese, Nella, Carlo e Aldo, i miei nonnini con cui sono cresciuto e che mi proteggono da Lassù, un abbraccio fortissimo ai nonni che tutti i giorni danno cuore e anima per rendere le loro famiglie e la nostra Italia più belle, più sicure e più grandi".

Un messaggio per i nonni è arrivato anche dal presidente Sergio Mattarella, che ha sottolineato l'apporto di quelli che oggi sono anziani nella formazione dell'Italia come repubblica democratica. "L'età avanzata è, purtroppo, anche una condizione di fragilità: il numero degli anziani non autosufficienti è destinato ad aumentare e ciascuno di noi è chiamato a fare quanto possibile, proprio in virtù di quel legame di riconoscenza che lega ogni generazione a quella che l'ha preceduta, per garantire a tutti, in qualsiasi stagione, una vita dignitosa", ha concluso il presidente della Repubblica.

Commenti