Il sondaggio Swg: Pd sorpassato da FdI

Clamorosi i risultati dell’ultimo sondaggio di Swg realizzato per il Tg di La7. In ripresa Forza Italia mentre cala ancora il M5s. Male Iv di Renzi

Il sondaggio Swg: Pd sorpassato da FdI

Alla fine il sorpasso c’è stato. FdI ha messo la freccia ed ha superato il Pd, almeno secondo le intenzioni di voto registrate nell’ultimo sondaggio di Swg realizzato per il Tg di La7 di Enrico Mentana. Il partito guidato da Giorgia Meloni diventa così la seconda forza politica alle spalle della Lega. Una clamorosa affermazione, quella di FdI, non del tutto inaspettata.

L’unico partito in Parlamento attualmente all’opposizione del governo di Mario Draghi da tempo continua a raccogliere un sempre più consistente apprezzamento fra gli italiani. Discorso diverso per il Pd che, settimana dopo settimana, ha visto erodere il proprio consenso, almeno secondo i sondaggi. Un calo che ha spinto i dem in terza posizione. Ma il risultato non è negativo solo per gli uomini guidati da Enrico Letta ma per l'intero centrosinistra, M5S compreso.

Più nello specifico la Lega si è confermata come il primo partito con il 21% delle preferenza, in leggero calo (-0,3%) rispetto all’ultima rilevazione. Alle sue spalle, come già detto, non ci sono più i dem bensì FdI. Il partito della Meloni sono rilevati al 19,5%: +0,4 rispetto a sette giorni fa e sorpasso effettuato ai danni del Pd, che invece nell’ultima settimana ha perso uno 0,3 ed è sceso al 19,2%.

Male il M5s che non riesce ad andare oltre il 16,8%. Rispetto ad una settimana fa i pentastellati fanno registrate un -0,2%. Notizia non entusiasmante, segno che neanche la leadership, seppur ancora non ufficiale, affidata all'ex premier Giuseppe Conte è riuscita a rianimare i grillini. Per i 5s appaiono davvero lontani i fasti delle Politiche 2018.

Segni importanti di risalita, invece, per Forza Italia. Gli azzurri hanno guadagnato uno 0,3%: il partito di Silvio Berlusconi è rilevato al 7%. Staccatissimi tutti gli altri partiti. "Azione" di Carlo Calenda perde qualcosina (-0,2%) e scende al 3,5% mentre Sinistra Italiana si ferma al 2,9%, (-0,1). Al 2% sono i Verdi e all'1,9% +Europa. Pessime notizie per Matteo Renzi, uno dei grandi protagonisti della crisi del governo Conte II: Italia Viva resta inchiodata all’1,8% per la seconda settimana di fila. L'ex rottamatore non può sorridere.