Sondaggio, la Lega dà sei punti al Pd. Forza Italia in crescita

Il sondaggio di Emg Acqua fotografa il centrodestra al 48% dei voti. Dem lontani dal Carroccio, bene gli azzurri. Stabili M5s, FdI e Italia Viva

Sondaggio, la Lega dà sei punti al Pd. Forza Italia in crescita

C’è un dato che balza all’occhio e rimane sostanzialmente lo stesso in ogni sondaggio. Quale? Il primato incontrastato dal centrodestra, che è maggioranza nel Paese. Anche l’ultima analisi condotta da Emg Acqua per Agorà, il programma di approfondimento condotto nella mattinata da Rai Tre da Serena Bortone, incorona infatti la coalizione fatta da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Se i tre partiti si presentassero insieme in schieramento riuscirebbero a portarsi a casa il 48% tondo-tondo dei voti, sbaragliando di fatto l’asse giallorosso, che invece arranca.

Ma dal sondaggio dell’istituto demoscopico c’è un altro numero assai importante e "preoccupante" per la politica tricolore, ovvero quello del cosiddetto partito del "non voto" e degli indecisi: il 41,9% del campione rappresentatio della popolazione elettorale italiana, infatti, dichiara che non saprebbe per chi votare e non andrebbe al seggio alle prossime Politiche.

Venendo ai volumi dei singoli partiti, la Lega si mantiene saldamente in testa nella classifica delle preferenze, con il 26,9% dei favori. Il Carroccio di Matteo Salvini perde lo 0,4% rispetto al precedente sondaggio, ma i punti di vantaggio su Pd di Nicola Zingaretti sono sei.

Il Partito Democratico, che sale dello 0,1%, viene fotografato infatti al 20,9% dei consensi, mantenendosi così di poco al di sopra della soglia "psicologica" del 20%.

Alle spalle dei dem gli alleati pentastellati di governo: il Movimento 5 Stelle è stabile, non sale e non scende, a 15,4% dei voti. Dietro chiede strada Fratelli d’Italia, visto che la formazione di Giorgia Meloni prende lo 0,1% e si porta al 14,3% delle preferenze.

In crescita di due decimi di punto Forza Italia di Silvio Berlusconi, che fa un balzo dal 6,6 al 6,8%. Poi c’è Italia Viva di Matteo Renzi, al 5%: il sondaggio di Emg è quello che registra la compagine renziana al volume più alto, visto che gli altri sondaggio la rilevano al 3% circa.

Venendo ai partiti minori, buona performance di Azione di Carlo Calenda, visto che cresce dello 0,2% salendo dal 2,4% al 2,6%. Poi La Sinistra: +0,1% che la porta dal 2,2 al 2,%. Perde lo 0,2% Europa Verde, mentre è in stallo all’1,6% Più Europa di Emma Bonino.

Ultimissimo dato del sondaggio quello relativo a tutti gli altri partiti, che sommati pesano per il 2,4% dei voti.

Commenti