Sondaggio: Lega a più quattro sul Pd. Bene FdI, azzurri e M5s

Secondo il sondaggio di Index Research, il 52,5% degli italiani boccia il governo sulla Fase 2. Ecco tutti i numeri dei partiti

Sondaggio: Lega a più quattro sul Pd. Bene FdI, azzurri e M5s

L’ultimo sondaggio della settimana, prima del weekend, è quello che Index Research ha realizzato per l’ultima puntata di Piazzapulita, il programma di approfondimento politico condotto da Corrado Formigli su La7.

Venendo ai numeri del sondaggio, il primo dato interessante è quello relativo al governo sulla Fase 2, scattata il 4 maggio. Ecco, il 52,5% del campione intervistato boccia le mosse della maggioranza giallorossa del Conte-bis; il 39,4% plaude invece alle scelte dell’esecutivo, mentre l’8,1% non risponde.

Per quanto riguarda invece i numeri del sondaggio relativi ai singoli partiti, in cima alle preferenze degli italiani c’è la Lega. Il Carroccio, seppur in trend negativo e in calo dello 0,3% rispetto alla scorsa settimana, con il 25,8% dei favori si conferma in testa.

Alle spalle della formazione politica di Matteo Salvini quella del segretario Nicola Zingaretti: il Partito Democratico rimane stabile al 21,6%, senza perdere né guadagnare punti o decimi di punto sul precedente sondaggio.

Salgono dello 0,4% sia il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e Vito Crimi, sia Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, in crescita continua: i pentastellati si attestano così al 15,3%, mentre FdI al 14,1% dei consensi.

Bene anche Forza Italia di Silvio Berlusconi, che prende lo 0,1% e si porta così al 6,7% delle intenzioni di voto, che sommati ai volumi elettorati di Fratelli d’Italia e Lega porta l’eventuale coalizione del centrodestra unito al 46,6%.

La Sinistra cede un decimo di punto e passa così dal 3,5% al 3,4% e in calo vi è pure Italia Viva di Matteo Renzi, che perde terreno per lo 0,3% e scende al 3,2% dei favori.

Dunque ecco Azione di Carlo Calenda, stabile al 2,5%. Poi Verdi e Più Europa appaiati al 2% tondo-tondo, mentre Cambiamo! del governatore della Liguria Giovanni Toti sale dello 0,1% e viene fotografato all’1,1% da questo sondaggio.

Tutti gli altri partiti sommati pesano per il 2,3%, mentre – in ultimo ma non per importanza, anzi – il dato relativo a chi si dichiara indeciso e a chi dice che non andrà a votare alle prossime Politiche: rappresentano il 40,6% del campione rappresentativo della popolazione italiana.

Per chiudere, a proposito del campione del sondaggio, il sondaggio Index Research è stato realizzato con un metodo di campionamento nazionale casuale di tipo probabilistico stratificato per sesso di età e aree geografiche, sulla popolazione maggiorenne residente in Italia; il numero di interviste sono 800 su un totale di 3.255 contatti. Il margine di errore è del 3,5%.

Commenti