Sos della Polizia: "Dateci e tamponi e mascherine"

Il Sap al governo: siamo allo stremo, con tanti contagiati e lavoriamo senza protezione

Sono in prima linea anche loro ma senza protezioni adeguate. Garantiscono la sicurezza ma non c'è per loro. Così l'appello delle forze dell'ordine al governo suona come un Sos: «La salute delle forze dell'ordine è fondamentale per mantenere la funzionalità dei servizi. Chiediamo il test per il Covid-19 a tutti gli appartenenti alle forze dell'ordine» parole messe nero su bianco dal Sap, il sindacato autonomo di Polizia, e dai sindacati militari di carabinieri e Guardia di finanza, e spedito al premier Conte e ai ministri di Salute, Interno, Difesa ed Economia. Scrive Stefano Paoloni, segretario generale del Sap. «Non possiamo continuare a lavorare senza una netta difesa della salute di ogni singolo appartenente alle forze dell'ordine. Tutelare la nostra salute è fondamentale. Innanzitutto per evitare che si arrivi al fermo degli uffici, molti dei quali già chiusi in parte con personale in quarantena. Dobbiamo sottoporre al test Covid-19 tutti i colleghi in prima linea. Ne va del funzionamento dell'intero apparato sicurezza».

La lettera ai ministri parla delle criticità «inerenti la sanificazione degli uffici, delle autovetture e dei materiali utilizzati tra un turno e l'altro». Si parla di «grave lacuna» riguardante la scarsa disponibilità dei Dispositivi di protezione individuale minimi necessari, e obbligatori per legge, per lo svolgimento del servizio in condizioni di sicurezza» per la cittadinanza e per gli operatori stessi. «Disponibilità che ad oggi, non ha ancora una data certa di approvvigionamento. La scarsità di mascherine porta ad serissimo rischio di contagio per i colleghi, i quali sono costretti a dover centellinare il loro uso». Viene detto che le donne e gli uomini delle forze dell'ordine, «da subito in prima linea, non si sono mai risparmiate per riuscire a dare il migliore servizio a tutti i nostri concittadini. I tanti colleghi in servizio sono però allo stremo; tanti Reparti registrano un crescente numero di contagi e molti uffici sono quasi per la loro totalità in quarantena». Il poliziotto, carabiniere o finanziere «non ha mai voltato le spalle al proprio dovere», ma «non sono immuni dal contagio». Riteniamo pertanto necessario sottoporre a test di controllo della positività a Covid-19 tutti gli appartenenti alle forze del'ordine e alle forze armate». Ne va della loro sicurezza. Ma soprattutto della nostra.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.