Tra bollette, carta igienica e pulizie. Su internet le spese folli delle p.a.

Grazie al sito Soldipubblici è ora possibile tenere d'occhio Comuni, Province e Regioni. E i dati sono sconfortanti

Tra bollette, carta igienica e pulizie. Su internet le spese folli delle p.a.

Per sapere quanto un Comune, una Regione o una Provincia spendono c'è ora uno strumento alla portata di tutti. Si chiama Soldipubblici.gov.it ed è un sito che permetterà a ogni cittadino di controllare come la pubblica amministrazione utilizzi i soldi dei contribuenti.

"Come se d'un tratto fosse venuto giù un altro muro di Berlino" - scrive l'Huffington PostI risultati che si ottengono cercando informazioni sul sito sono sorprendenti.

Nel 2014, per esempio, il Comune di Palermo ha speso ben 264mila euro per materiale igienico sanitario, mentre il comune di Milano ne ha spesi solo 35mila. Circa 8 volte meno del comune siciliano.

Un altro esempio? La regione Lazio spende per utenze e canoni per energia elettrica, acqua e gas all'incirca 5 milioni di euro. E la regione Campania? 66 milioni, 61 in più.

Ma lo spreco non è soltanto al sud, ovviamente. La provincia di Torino per le spese di pulizia ha esborsato 2,6 milioni di euro contro i 254mila della provincia di Ancona. Un gap enorme.

E ancora: il comune di Roma ha speso per l'acquisto di beni e servizi legati alle spese di rappresentanza 110mila euro, contro il milione del comune di Milano. 

Le Prove di trasparenza, insomma, non fanno altro che testimoniare l'enorme sperpero di denaro pubblico.