"Stanno attaccando il nostro modo di vivere"

Il premier Matteo Renzi ha espresso tutta la sua solidarietà verso la Francia prima di partecipare al Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica con il ministro Angelino Alfano

"Stanno attaccando il nostro modo di vivere"

"Provo un grande dolore come tutti. È il momento delle lacrime, delle emozioni e delle tante domande... Questa mattina anch'io vedendo quelle immagini di Parigi ho cercato di domandarmi che cosa stessero mettendo in discussione i terroristi, forse la pace e la libertà, oltre alla vita. Stanno attaccando il nostro modo di vivere". Il premier Matteo Renzi, prima di partecipare al Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica con il ministro Angelino Alfano.

Il premier mostra preoccupazione per gli attentati che hanno sconvolto Parigi ma rassicura: "La libertà è più forte della barbarie, il coraggio è più forte della paura. La battaglia contro il terrorismo non è semplice, credo che non sarà breve, ci vorranno mesi, forse anni, ma sono sicuro che la vinceremo". Renzi ha poi espresso la sua vicinanza nei confronti della Francia "Paese coraggioso e nobile che oggi è colpito al cuore ma che deve sentire, e lo sta sentendo, l'affetto, l'amicizia, la solidarietà di tutta l'Europa e di tutta la comunità internazionale. L'Italia c'è al fianco di tutti gli uomini di buona volontà. L'Italia c'è, convinta che questa sfida possa essere vinta tutti insieme". "Vorrei offrire l'abbraccio degli italiani ai fratelli e alle sorelle francesi. Vorrei offrire la nostra amicizia al governo e al presidente francese Francois Hollande", ha aggiunto il presidente del Consiglio affermando anche di aver riscoperto "quanto grande sia il dono dell'Europa che i nostri padri ci hanno lasciato. Hanno conosciuto la guerra, per questo hanno costruito la pace".

Commenti