Studentessa neo 18enne muore per la droga. "Per regalo aveva chiesto la sua prima dose"

Il fidanzato, che era con lei, è stato indagato per omissione di soccorso

Voleva festeggiare, evadere dalla routine o forse solo sentirsi grande. Voleva provare qualcosa di nuovo, nel giorno del suo compleanno, il diciottesimo, i più importante per tutti perché rappresenta un traguardo.

E invece quel traguardo per lei ha significato passare dalla vita alla morte. Maria Chiara Previtali, studentessa di Amelia, in Umbria, è stata uccisa dall'eroina ed è stata trovata senza vita nel letto del suo fidanzato. La ragazza aveva voluto come regalo per i suoi diciotto anni gli stupefacenti e il suo ragazzo, Francesco, di tre anni più grande, l'aveva accontentata. Così venerdì i due si erano allontanati da Amelia e si erano avventurati in direzione Roma per comprare la droga. «Era il regalo che aveva chiesto per i suoi diciotto anni - ha raccontato disperato il ragazzo, che dopo un primo momento di disperazione, non ha più smesso di parlare, interrogato a lungo dai carabinieri -. Per lei era la prima volta».

Quella droga, eroina probabilmente tagliata male, l'avevano pagata 20 euro. Poi lei si era iniettata la sostanza e probabilmente anche il ragazzo. Francesco si è accorto solamente il sabato mattina che Maria Chiara non si muoveva, era gelida. Probabilmente era morta durante la notte e quando ha chiamato i soccorsi e i sanitari sono giunti sul posto, per la diciottenne non c'era più nulla da fare.

Il nome del giovane è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Terni, che ha aperto un fascicolo con l'accusa di omissione di soccorso. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Amelia guidati dal capitano Raffaele Maurizi e coadiuvati dagli uomini del tenente colonnello Marco De Martino e dai colleghi del comando provinciale, che mirano a scoprire chi abbia ceduto la sostanza stupefacente ai ragazzi.

L'autopsia, che è già stata disposta e verrà eseguita domani a Terni, servirà a chiarire con certezza che tipo di sostanza abbia ucciso la diciottenne.

La famiglia di Maria Chiara, i suo amici e tutta la comunità di Amelia non si danno pace. Cercano una spiegazione logica a una morte illogica. La ragazza, figlia di un operatore della Comunità Incontro di Don Pierino e di un'infermiera, era una sportiva, amava le arti marziali, insegnava judo ai bambini e frequentava l'ultimo anno al liceo scientifico «Donatelli», lo stesso di Flavio Presuttari, il sedicenne di Terni morto a luglio insieme al quindicenne Gianluca Alonzi. In quel caso erano stati i genitori a trovare i due amici senza vita nei letti delle loro camerette, la mattina seguente all'assunzione di una dose di metadone, acquistato per 15 euro da un tossico che frequentava Sert.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Tergestinus.

Mar, 13/10/2020 - 10:03

Una volta si diceva "non ho mica l'anello al naso" per dire che non si era uno sciocco ingenuo. Chissà perché...

cgf

Mar, 13/10/2020 - 10:16

Omissione di soccorso? L'istigazione o aiuto al suicidio è un reato previsto dal codice penale italiano tramite l'articolo 580. Egli, per sua stessa ammissione, ha accompagnato la ragazza a comprare la droga. Suicidio in quanto è morta consapevole del rischio che correva, ma lui è stato complice.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 13/10/2020 - 10:30

...assenza di guida/educazione/dialogo parentale,sin dai primi anni di vita...

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 13/10/2020 - 11:06

@Tergestinus... una volta si diceva anche "Un bel tacer non fu mai scritto"...

sarascemo

Mar, 13/10/2020 - 11:29

Si spendono miliardi per cavolate immani e non esiste alcuna ricerca seria e scientifica per la creazione di farmaci contro la dipendenza dalle droghe, tutto lasciato a pratiche medioevali. Sarebbe la fine dello spaccio e dei lauti guadagni in mano alla criminalità internazionale, ma forse i governi preferiscono il "popolo bue".

jaguar

Mar, 13/10/2020 - 11:55

Un classico esempio di giovani senza cervello. Vogliono provare forti emozioni e questo è il risultato.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 13/10/2020 - 12:01

cgf, scusi, ma sta dicendo delle inesattezze MOLTO PESANTI.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 13/10/2020 - 12:05

cgf, partiamo col dire che la droga uccide, ma se "accompagno", scusi il paragone, un mio amico al bar e torna ubriaco marcio..... sarei complice secondo lei?? Dove la vede lei, istigazione o aiuto al suicidio ??grazie, è per capire che lo chiedo , non per polemica.

Raffaello13

Mar, 13/10/2020 - 12:25

Beh, qualche responsabilità il ragazzo ce l'ha, perchè se sapeva e NON ha fatto Niente per impedirlo, ANZI l'ha usata pure lui, mi pare che una spintarella morale l'ha data!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 13/10/2020 - 12:29

sarascemo,bel nome ha scelto, ma mi scusi, io ex fumatore, ho smesso 7 anni fa. Ma è da molto prima che avevano inventato dei farmaci che aiutavano a smettere dalla dipendenza della nicotina. Ma quando fumavo e non avevo intenzione di smettere, me ne fregavo di pastiglie,ciunghe,cerotti ecc.... quindi scusi ,ma di cosa parla ? Del nulla

Calmapiatta

Mar, 13/10/2020 - 12:45

Se vado a bere con un amico, e lui si ubriaca, sono fatti suoi. Se gli regalo la droga e lui muore nel mio letto, il discorso è decisamente diverso.

roberto67

Mar, 13/10/2020 - 13:20

Il decesso per una dose di droga è un rischio ben noto, quanto accaduto non dovrebbe stupire più di tanto: succede, e anche piuttosto spesso. Dispiace che una diciottenne apparentemente sana e con tante ottime prospettive sia andata a cercare la morte, quando molti suoi coetanei invece lottano per la vita nei raparti oncologici.

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Mar, 13/10/2020 - 13:47

"figlia di un operatore della Comunità Incontro di Don Pierino e di un'infermiera" Su wikipedia c'è un interessante pagina dedicata ai Darwin Awards.

arieccomi

Mar, 13/10/2020 - 14:10

Quello che mi fa rabbrividire è la scelleratezza dei giovani di oggi. Non si può chiedere la droga perché si è maggiorenni; non si può andare a giro per un apericena senza mascherina; non si possono infettare i genitori e i nonni per una festa di compleanno; non si possono fare risse per noia. Ma come siamo diventati, siamo peggiore degli animali.

Royfree

Mar, 13/10/2020 - 14:11

Crescete i vostri figli facendo gli amici e senza mazzate? Bene, questo vi aspetta. Mio figlio di 26 anni, fisicamente bene dotato, non ha un tatuaggio, non un piercing e nessun vizio deleterio. Nella mia casa vige una regola semplice: tutto ciò che è reversibile e che non porta dipendenza si può fare. La Democrazia la lascio espletare ai nostri governanti e visti i risultati sono contento di non emularli.

sarascemo

Mar, 13/10/2020 - 14:17

su questo argomento devo darle ampiamente ragione, in quanto si tratta di un vero e proprio caso di morte in conseguenza di un altro reato, lo spaccio. Se poi qualche commentatore accosta la dipendenza da nicotina a quella da droga, bha non è un mio problema, fatti suoi.

sarascemo

Mar, 13/10/2020 - 14:20

98NARE Mar, 13/10/2020 - 12:29 mio padre invece a smesso di fumare in una sola giornata, per infarto, fortunatamente non mortale. Adesso che ha smesso Lei è dipendente da mentine o caramelle? un saluto :)

stefano.f

Mar, 13/10/2020 - 14:48

Curioso regalo per i 18...strani desideri...

Scirocco

Mar, 13/10/2020 - 15:01

@Royfree - Sono perfettamente d'accordo con lei. I miei ragazzi sono più grandi ed i miei nipoti si avvicinano all'età di suo figlio ma sono tutti senza tatuaggi o chiodi infilati nel naso o nelle orecchie, non utilizzano droghe e fortunatamente non bevono alcolici semplicemente perché astemi. Chiaramente il sistema "democratico dei genitori amici" in casa mia non è mai esistito: poche precise regole da rispettare e non ci sono mai stati problemi.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 13/10/2020 - 15:05

@Royfree... aspetta che ti propongo come padre dell'anno, fulgido esempio per tutti noi.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 13/10/2020 - 15:13

sarascemo, no , ho smesso dalla mattina alla sera anche io , ho passato 10/15 giorni in cui ero + nervoso, poi tutto OK. Ho compensato la mancanza di nicotina, con molta attività motoria in modo da non pensarci e devo dire che con me , ha funzionato. PS non paragono la nicotina alle droghe, anche se lo è.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 13/10/2020 - 15:14

@Royfree... ahi ahi ahi, hai già un contendente... @Scirocco...

Royfree

Mar, 13/10/2020 - 15:34

Per chiarezza, che poi qualcuno mi giudicherà male. Da quando i miei figli sono nati, io e mia moglie, siamo stati sempre presenti. Guai ne hanno fatto e hanno sempre compreso l'errore. Conosco i loro amici e amiche e mai mi sono intromesso tra di loro. Mai guardato nelle loro cose e mai spulciato nei loro smartphone. Sempre sostenuto i loro studi e anche quando il grande decise al terzo anno di superiore di cambiare scuola e percorso scolastico l'ho sostenuto nella scelta. Hanno sempre avuto una paghetta, vestiti decenti e libertà di orario se coadiuvate da ragionevole buon senso. Ora ognuno ha una sua stanza, Pc di elevata potenza, schermo TV da 50", letto alla Francese, vitto, vestiario e....stiratura.:)) Credo che in cambio il rispetto di poche e ridicole regole sia più che accettabile.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/10/2020 - 15:52

18 anni, nel 2020, sono troppi. Per accreditare la versione dell'ignoranza nei confronti dei pericoli connessi all'uso degli stupefacenti.

paolone67

Mar, 13/10/2020 - 16:01

Omissione di soccorso: 1)spaccio, 2)omicidio colposo, 3)omissione di soccorso.

Tergestinus.

Mar, 13/10/2020 - 16:12

ANGELO LIBERO 70: infatti a forza di tacere sempre siamo arrivati dove siamo. Perciò io parlo eccome, parlo proprio là dove gli altri tacciono e dico le cose come stanno. Dà fastidio? Eccome se dà fastidio! Guai se non desse fastidio!

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mar, 13/10/2020 - 16:32

Nessuno si permetta di giudicare una diciottenne. Pregate per lei se volete essere utili.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 13/10/2020 - 16:40

paolone67, quale omissione, se dormivano assieme a letto ? quale spaccio , se son andati assieme a comprare? Quale omicidio colposo , si spieghi invece di asserire e non motivare, grazie. e Omissione ancora alla fine ?

cecco61

Mar, 13/10/2020 - 16:48

@ royfree: il cavallo al maneggio e la Ferrari in garage no? Che pezzente, ce l'hanno tutti oramai.

investigator13

Mar, 13/10/2020 - 16:49

forse voleva morire

cecco61

Mar, 13/10/2020 - 16:51

@ beatoangelico: nel caso non lo sapesse a 18 anni si è maggiorenni, si guida un auto, si vota, si può disporre liberamente di sé stessi e dei propri averi. Molti addirittura vogliono abbassare questo "limite" a 16 anni perché, i giovani d'oggi, sono più emancipati, più maturi, più intelligenti, più tutto insomma di quelli di 50 anni fa. Quindi, anche a 18 anni, si può sapere e comprendere se stai facendo una sxxxxxxxa e te ne assumi rischi e responsabilità.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mer, 14/10/2020 - 15:51

cecco61@ non sta a te giudicare, soprattutto una ragazza poco più che bambina che senza la protezione dei suoi genitori è finita nelle mani di delinquenti.