Il ticket Michetti-Matone: ecco i nomi del centrodestra

Scelti i candidati sindaco per Roma e per Torino durante il vertice del centrodestra, durante il quale c'è stata "piena sintonia" tra i partiti

Il ticket Michetti-Matone: ecco i nomi del centrodestra

Il centrodestra inizia a stringere il cerchio per i candidati alle amministrative di autunno e quest'oggi si è riunito in un vertice per valutare le proposte da candidare come sindaci per le principali città del Paese. In ballo anche la scelta del candidato per la Regione Calabria, attualmente governata da Nino Spirlì dopo la prematura scomparsa di Jole Santelli.

Durante l'incontro è arrivata la fumata bianca per Torino e per Roma ma ancora non è stato definito quale sarà il candidato della coalizione per Milano, ma il clima al vertice era di piena sintonia e collaborazione per individuare le proposte migliori per i diversi territori. Paolo Damilano è il candidato sindaco a Torino. Entro la settimana sarà ufficializzata la candidatura per la Regione Calabria. E per Milano, Giorgia Meloni ha dichiarato: "A Milano una volta che si deciderà il candidato-sindaco, si vedrà come formare la squadra. L'idea di lavorare sulle squadre e non sulle singole persone, dimostra la nostra determinazione nel voler scegliere il meglio".

Le scelte per Roma

Il centrodestra ha scelto Enrico Michetti come candidato sindaco per Roma Capitale, in ticket con Simonetta Matone che sarà prosindaco. La quadra di Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia è stata sul professore di diritto degli Enti locali all'Università di Cassino, nonché speaker radiofonico. Avvocato di grande esperienza, il suo nome circolava da tempo come possibile candidato per la coalizione di centrodestra. Enrico Michetti conosce molto bene il tessuto politico della Capitale. "Sono contento e emozionato, grato per la fiducia dimostrata in questi giorni, per l'affetto ricevuto", ha detto Enrico Michetti all'Adnkronos dopo che il vertice del centrodestra ne ha confermato la candidatura come sindaco di Roma. "Ora è il momento di restituire alla città eterna quello che merita, il ruolo di caput mundi", ha concluso il professore.

Simonetta Matone è un magistrato di lungo corso. Ricopre il ruolo di sostituto procuratore generale presso la Corte d'Appello di Roma dal 2018 e per 17 anni è stato pubblico ministero al tribunale dei minori. Ha già avuto modo di vivere da vicino il mondo politico quando ha ricoperto il ruolo di capo di gabinetto di Mara Carfagna. È stata anche vice capo vicario del Dap con il ministro Paola Severino e capo del dipartimento degli Affari di giustizia con il ministro Annamaria Cancellieri. "Ho parlato io con Simonetta Matone personalmente e si mette a disposizione della squadra", ha detto Matteo Salvini.

"Abbiamo sbloccato la candidatura per il sindaco di Roma con il contributo di due straordinari professionisti come Enrico Michetti candidato alla carica di sindaco e di Simonetta Matone alla carica di pro sindaco, che ringraziamo per essersi messi a disposizione. Ora li aspettiamo in campagna elettorale, in modo che anche i romani si possano rendere conto della loro competenza, serietà, concretezza e autorevolezza", ha detto Giorgia Meloni, sottolineando la compattezza del centrodestra nella sua scelta "per far rinascere la capitale dopo il disastro di Virginia Raggi".

Paolo Damilano è un imprenditore di 49 anni, che il centrodestra ha indicato come candidato sindaco per Torino. Piemontese di nascita, da da oltre 20 anni si occupa della cantina di famiglia ma il suo business è diversificato anche nel settore della ristorazione e delle acque minerali. "Sono molto contenta anche della conferma di Damilano a Torino. Il centrodestra è perfettamente in partita molto compatto e in campo per vincere", ha detto Giorgia Meloni presentando i candidati. A confermare alla stampa la candidatura di Paolo Damilano è stato il leader della Lega, Matteo Salvini: "Abbiamo ufficializzato il via libera di Paolo Damilano a Torino".