Tita e Banti già sicuri dell'argento nel Nacra 17

La vela azzurra è un chiaroscuro di emozioni: la golden couple del Nacra 17 Ruggero Tita e Caterina Banti è saldamente in testa alla classifica della sua classe e in tasca ha un matematico argento

Tita e Banti già sicuri dell'argento nel Nacra 17

La vela azzurra è un chiaroscuro di emozioni: la golden couple del Nacra 17 Ruggero Tita e Caterina Banti è saldamente in testa alla classifica della sua classe e in tasca ha un matematico argento, per vincere l'oro deve controllare da vicino l'equipaggio inglese John Gimson e Anna Burnett, su cui hanno un vantaggio di 14 punti nella regata finale di domani alle 8.30. Al terzo posto prima della regata finale Paul Kohloff e Alica Stuhlemmer, dietro di 24 punti. L'oro è a portata di mano e comunque vada sarà la prima medaglia della vela azzurra dopo i giochi di Pechino, campo di regata di Qingdao.

Sulla squadra azzurra però aleggia la maledizione della Medal Race, una difficoltà di amministrare le prove conclusive che già a Rio è costato il podio all'equipaggio Bissaro-Sicouri, sabato a Mattia Camboni, che sembrava destinato a una medaglia di bronzo nel Rs X maschile, e ieri a Silvia Zennaro con il Laser Radial. Mattia ha mancato l'appuntamento con la gloria: partenza anticipata nella ultima prova, squalifica e solo quinto posto. Il podio è stato composto dall'olandese Kiran Badloe, dal francesce Thomas Goyard e dal cinese Kun Bi. Nello stesso giorno Marta Maggetti ha confermato il suo quarto posto dietro le tre imprendibili della tavola a vela: la cinese Yunxiu Lu la francese Charline Picon e l'inglese Emma Wilson. Ieri è toccato a Silvia Zennaro tentare di raggiungere il podio con una regata all'attacco, ma anche lei è uscita dalla partenza in anticipo, era sesta e ha chiuso settima, comunque il miglior risultato di sempre di una italiana. Oro per la norvegese Anne Marie Rindom.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet
Tag

Commenti