Trasporti, Italia Viva incalza il governo sulla riforma

L'audizione del ministro Giovannini consente alla Paita d'Italia Viva di fare presente la preoccupazione per il ritardo sulla riforma dei trasporti pubblici

Trasporti, Italia Viva incalza il governo sulla riforma

Una riforma che Italia Viva considera essenziale e che è stata di nuovo posta all'attenzione del ministro Enrico Giovannini: per l'onorevole Raffaella Paita i trasporti pubblici rappresentano una priorità. L'occasione per ribadirlo è stata l'audizione del capo di Dicastero del governo di Mario Draghi presso la commissione deputata ad interessarsi del tema. Ma la domanda aperta riguarda i tempi.

La premessa dell'onorevole è proprio sulle tempistiche della riforma: "Oggi, in occasione dell'audizione del ministro Giovannini sullo stato dei trasporti nel quadro dell'emergenza sanitaria, abbiamo purtroppo constatato come non siano ancora disponibili gli elementi sulla riforma del trasporto pubblico locale che doveva essere tra gli obiettivi dei primi mesi dell'anno 2022", ha fatto presente la parlamente, così come riportato dall'Ansa.

Poi, l'onorevole renziana, che è la presidente della commissione Trasporti della Camera, ha incalzato sulle tempistiche e sulla centralità delle modifiche richieste: "Tutti sappiamo quanto sia importante la riforma del TPL, anche ai fini della capacità di spesa del Pnrr. Attualmente, non siamo in grado di poter contare su centrali di spesa unificate né garantire omogeneità nel Paese, dal momento che ci sono realtà che sono molto avanzate come quella di Milano e realtà che, invece, faticano. Dopo il lavoro preziosissimo del prof. Bernardo Mattarella, della commissione sul Tpl, il ministro si era preso l'impegno con il Parlamento di presentare una proposta".

E ancora: "Oggi ha chiarito che a febbraio arriverà un documento sul tema. Tuttavia, si tratterebbe ancora di uno schema generale. Questo ci fa pensare che ci sia comunque un ritardo. Senza una forte accelerazione corriamo il rischio di non veder approvata la riforma del Tpl entro la legislatura". Dunque la presidente Raffaella Paita ha domandato una forte accelerazione per un settore considerato strategico.

Il ministro Giovannini, dal canto suo, ha posto accenti sui miliardi erogati: "Quello dei trasporti è uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia. I Governi hanno reagito in maniera decisa per far fronte all'impatto dell'emergenza pandemica stanziando oltre 10 miliardi per sostegni ai diversi comparti dei trasporti tra il 2020 e il 2021", ha fatto presente il capo di Dicastero, così come ripercorso da Italpress.

Commenti