Università, la mappa dell'odio Così soffoca il pensiero libero

Da Trento a Bologna, da Padova a Roma. Le voci di docenti e studenti: "Noi vittime dei collettivi di sinistra"

L'enclave dei nipotini di Curcio alla facoltà di Sociologia di Trento sono la punta più eclatante di un iceberg. Dopo il 15 ottobre quando i violenti di estrema sinistra mi hanno negato il diritto alla parola sono arrivate diverse segnalazioni di situazioni estreme anche in altre facoltà a Padova, Ferrara e Roma.

E sono famosi gli episodi di intolleranza a Bologna nei confronti di Angelo Panebianco, che insegna all'ateneo, per i suoi articoli sul Corriere della sera. Oscar Giannino fu accolto con uova e pomodori alla Statale di Milano. Lo scorso anno a Padova non è stato possibile presentare un fumetto sulle foibe, presso una sede universitaria, per le violente proteste degli antagonisti. E lo stesso Benedetto XVI venne costretto a rinunciare all'inaugurazione dell'anno accademico alla Sapienza di Roma. Luca Erbifori, oggi consigliere comunale a Bardolino, in provincia di Verona, è stato rappresentante degli studenti al dipartimento di Sociologia a Trento per una lista di centro destra dal 2014 al 2016. «Mi hanno minacciato di morte e venivo scortato all'ingresso della facoltà dalla polizia, che mi consigliava di non andare al bagno da solo o di portarmi dietro lo spray al peperoncino» spiega l'ex studente al Giornale. Fra le tante minacce la scritta «Erbifori con una chiave inglese tra i capelli come Ramelli», lo studente di destra ammazzato a sprangate a Milano negli anni settanta. A Sociologia gli estremisti del Cur, il Collettivo Universitario Refresh che non mi hanno fatto parlare, continuano ad agire da padroni soprattutto in una specie di aula autogestita. «L'aula occupata è una stanza situata al piano interrato del Dipartimento, che vede al proprio interno fornelli, divani dove si riuniscono studenti e non studenti per organizzare atti criminali che poi mettono in pratica dentro e fuori l'Università» è la pesante denuncia di Erbifori. I nipotini di Curcio hanno fatto togliere il Tricolore e lo scorso anno si sono distinti contro l'adunata degli alpini a Trento. Secondo Erbifori «i bagni erano spesso luogo di spaccio da parte di non studenti». Non è chiaro se la situazione sia ancora a questi livelli, ma i violenti e facinorosi imperversano, con il tacito avallo dell'Università, che fa ben poco per sradicare il bubbone. Gli stessi studenti dell'Udu, gruppo di centro sinistra, che mi aveva invitato a parlare della Libia, sono finiti nel mirino degli estremisti. «Salutiamo infine chi negli scorsi giorni è arrivato persino a minacciare personalmente alcuni dei nostri ragazzi a Sociologia - spiegano gli studenti in un comunicato - Non abbiamo paura di voi».

Un docente universitario con 36 anni di carriera alle spalle spiega al Giornale «che ci sono tanti dipartimenti, e non solo Sociologia di Trento, dove chi non sposa ideologie comuniste è emarginato e vessato». Nella capitale, alla Sapienza, esiste un enclave di estremisti di sinistra simile a quella trentina. «I collettivi minacciano fisicamente i ragazzi di destra che vogliono presentare le liste alle elezioni universitarie - scrive un testimone - Tollerati dai vertici dell'Università e dalle altre istituzioni. Lì, come a Trento, il tempo si è fermato agli anni di piombo». A Ferrara un capo dipartimento esponeva dietro la segreteria la mitica foto di Che Guevara. E diceva senza peli sulla lingua: «Non ho mai perso le vecchie abitudini: Che e pugno chiuso». Un rettore del Sud ammette che «qualche collega tollera sacche di intolleranti e violenti fuori dal tempo per quieto vivere, comprese occupazioni delle aule».

Padova è un'altra enclave dove i centri sociali ed i collettivi universitari hanno mano libera. Lo scorso anno una sede dell'ateneo si piegò ai violenti che negarono la presentazione di Foiba rossa, il fumetto dedicato alla martire istriana Norma Cossetto, che aveva studiato all'università di Padova.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Trinky

Trinky

Dom, 20/10/2019 - 16:24

La dimostrazione di quello che una certa parte politica intende per democrazia: e hanno pure il coraggio di dare del fascista agli altri.........

Klotz1960

Dom, 20/10/2019 - 16:26

Va inviata la Polizia e vanno avviati procedimenti penali a pioggia ad ogni minima intimidazione o abuso.

nopolcorrect

Dom, 20/10/2019 - 16:29

Solo un solido e duro governo di Destra potrà cambiare questa situazione incancrenita da anni di dominio della sinistra.

Tommaso_ve

Dom, 20/10/2019 - 16:41

Mi chiedo se quelli di non-sinistra facessero lo stesso? Sarebbe la guerra civile. Per questo non sono e sempre non sarò di sinistra.

igiulp

Dom, 20/10/2019 - 16:55

Avvisate i soliti difensori della democrazia. Lerner, Rubio, Saviano, Toscani ecc.ecc. così ci costruiranno su un bel pistolotto da ammannire a noi sprovveduti che non ne capiamo l'alto valore simbolico.

agosvac

Dom, 20/10/2019 - 16:55

Tipica "non cultura" di sinistra. Per fortuna ce ne sono di abbastanza intelligenti da studiare un po' e lasciare studiare chi vuole studiare.

mozzafiato

Dom, 20/10/2019 - 16:57

KLOTZ 60 ho trascorso la mia gioventù a Roma un mare di anni fa:non hai idea di quante volte la polizia è intervenuta per far rispettare i diritti degli studenti non komunisti relativi alla entrata negli atenei SISTEMATICAMENTE IMPEDITI CON LA VIOLENZA DAI TEPPISTI ROSSI ...e quante volte TUTTO IL MARCIUME DI SINISTRA A GRUGNIRE CONTRO I SISTEMI FASCISTI DELLA POLIZIA. Amico mio é trascorso quasi mezzo secolo MA NULLA E' CAMBIATO SU QUEL FRONTE ! Anzi! Oggi abbiamo pure l'aggravante CHE I MAGISTRATI CHE DOVREBBERO CARCERARE QUEI MASCALZONI, ALTRO NON SONO CHE LA LORO GENERAZIONE ANTECEDENTE ! Sono sempre più convinto che questa Italia NON E' ANCORA MATURA PER UNA DEMOCRAZIA VERA dove queste porcate non dovrebbero nemmeno essere pensate !

d'annunzianof

Dom, 20/10/2019 - 16:59

Non perdono occasione per dimostrare che sono peggio dei fascisti. Se non fossero squallidi e facessero vomitare, ci sarebbe quasi da ringraziali

DIAPASON

Dom, 20/10/2019 - 17:00

prima o poi anche l'Italia far a' i conti con il proprio passato

Ritratto di akamai66

akamai66

Dom, 20/10/2019 - 17:06

E’ così. Un sistema per cui è prioritario sempre e comunque l’ obj che il PCI si era prefisso dalla nascita: instaurare in Italia un sistema bolscevico. Insomma un “cosa” a cui aderiscono gli sfigati del Paese, gente fisicamente più brutta che bella, spesso mezzo mancata e mezza fallita , perché è sempre il peggiore che afferma che siamo tutti uguali. Gente che trova nel bolscevismo un modo per “comandare”, ”farsi notare”, “farsi ascoltare” e , ove possibile, “imporre” la propria protervia. Lo vediamo, leggiamo e sentiamo da sempre, sui loro giornalacci di regime, nelle lezioni scolastiche dove a ruota libera si deforma la storia, in televisione e via così, dove fa sempre premio l’odio e il rancore. Generazioni di grandi artisti sono state seppellite nel più completo silenzio e abbandono, colpevoli solo di non aver mai voluto cantare “bella ciao”.

marinaio

Dom, 20/10/2019 - 17:13

Finché Rettori e Direttori di dipartimento saranno di sinistra, non cambierà nulla.

maurizio-macold

Dom, 20/10/2019 - 17:17

Il camerata NOPOLCORRECT (16:29) ha la medicina che ci vuoel: "Solo un solido e duro governo di Destra potrà cambiare questa situazione...". Insomma, da un estremismo all'altro.

steacanessa

Dom, 20/10/2019 - 17:24

Contro i comunisti non serve la ragione. Bisogna reagire alla loro prepotenza con tutti i mezzi leciti.

ccappai

Dom, 20/10/2019 - 17:28

Francamente... prima di pubblicare un articolo come questo dovreste solo vergognarvi. Da troppi anni, il vostro giornale è tra i principali sostenitori e divulgatori di propaganda d'odio e xenofoba. Prima riflettete sul vostro contributo nell'aver reso la società italiana meno democraticam più fascista e intollerante. E dopo, forse, potrete pubblicare articoli come questo. Nel mentre VERGOGNATEVI!

andy15

Dom, 20/10/2019 - 17:31

La laurea in sociologia vale meno di una cicca di tabacco ed e' una fabbrica di esseri antisociali e non adatti ad un qualsiasi impiego.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Dom, 20/10/2019 - 17:32

Quando la destra mette al centro del proprio programma i condoni, mentre la Sinistra parla di Università gratis per tutti, chi è dalla parte della Cultura? Quando la destra butta 20 miliardi in tre anni per regalare un anno di pensione anticipata ad un neo-sessantenne, mentre la Sinistra stabilizza i docenti e richiama i cervelli in fuga, chi è dalla parte della Cultura? Quando la destra dice che i grandi professoroni non capiscono nulla, che in fondo anche una casalinga potrebbe gestire il Ministero dell'Economia, che per fare il Ministro dell'Interno non serve conoscere le lingue, mentre per quello degli Esteri sì, chi è dalla parte della Cultura? L'analisi dei flussi di voto dicono che l'elettore di Sinistra è mediamente più colto di quello di destra, per questo l'Università è un ambiente principalmente di Sinistra.

mimmo1960

Dom, 20/10/2019 - 18:00

Il fascismo e il nazismo sono morti, denunciare chi crea disordini.

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 20/10/2019 - 18:06

vi meravigliate? questa é la democrazia dei vermi della sinistra !!!

mozzafiato

Dom, 20/10/2019 - 18:15

D'ANNUNZIANO F per inciso i fascisti cui fai riferimento tu, al contrario di quanto riportato dalla nostra farlocca e falsa storiografia ufficiale,ERANO PERSONE PERBENE (moltissimi reduci della prima guerra m.) I QUALI, SI ERANO INGEGNATI A REAGIRE CON I MEZZI DOVUTI, ALLE SQUADRACCE DI MASCALZONI KOMUNISTI LE QUALI,CON LA BEN NOTA VIOLENZA AVEVANO INIZIATO ANCHE IN ITALIA LA RIVOLUZIONE BOLSCEVICA CON I RELATIVI ESPROPRI PROLETARI E RELATIVI AMMAZZAMENTI DI "PADRONI SFRUTTATORI" DI CUI OVVIAMENTE NESSUNO PARLA ED HA MAI UFFICIALMENTE PARLATO!Sono convinto che almeno una sana razione di olio di ricino,NON GUASTEREBBE AFFATTO PER GLI ATTUALI DELINQUENTI UNIVERSITARI LIBERTICIDI ROSSI !

VittorioMar

Dom, 20/10/2019 - 18:16

..la Distruzione della SCUOLA e della UNIVERSITA' inizio' dalla SUPERIORITA' MORALE DI BERLINGUER contro i "BARONI"...con la distruzione dei Programmi di "CROCE e GENTILE"...con il 6 POLITICO..con la soppressione delle SCUOLE STATALI DI AVVIAMENTO AL LAVORO..ecc...niente E' avvenuto per DISGRAZIA del FATO CINICO...ma dai politici che ora si vantano, con libri, di averlo FATTO SCIENTEMENTE...W l'IGNORANZA !!..tanto i loro figli STUDIANO in SCUOLE STRANIERE ..e chi se ne FREGA...!!

killkoms

Dom, 20/10/2019 - 18:17

i bravi compagni!

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 20/10/2019 - 18:22

Tutto si riverserà sugli gli stessi che li proteggono. Succederà.

mozzafiato

Dom, 20/10/2019 - 18:54

MAURIZIO MACOLD nel caso, tu saresti uno dei primi ad essere ricercato,acchiappato e bonificato con una sana e consapevole bevuta di ottimo olio di ricino ! Sono convinto che quella cura, ti toglierebbe anche il vizietto delle canne, che come noto, ha finito di terminarti il cervello.

Treg

Dom, 20/10/2019 - 19:01

hahahaha......e il 18 politico chi l'ha introdotto ? Stamicchia !!!

mozzafiato

Dom, 20/10/2019 - 19:05

STAMI..CHIA leggere le tragicomiche infantili stupidaggini che scrivi RENDE PERFETTAMENTE L'IDEA DI CHI SONO GLI ELETTORI DEL PCI . Credo che qualcuno dovrebbe davvero prendersi cura di te per accompagnarti alla dipartita il più serenamente possibile . Ora hai un eccellente governo di sinistra: Siccome sono bravi d buoni, HAI UNA IMPERDIBILE OCCASIONE PER METTERTI NELLE MANI DEI LORO ARCINOTI ASSISTENTI SOCIALI ! E puoi restare pure sereno, PERCHE' A TE CON CERTEZZA ... NON TI SI COMPRA NESSUNO !

mozzafiato

Dom, 20/10/2019 - 19:15

STAMI..CHIA Se tu sei ricompreso nei tuoi "flussi di voto" FRA QUELLI DI SINISTRA, CREDO CHE IL LIVELLO DI CULTURA DEI POVERI SINISTRI FINIREBBE TRAGICAMENTE NELLA CATEGORIA DEI "DOWN" (CIOE' HORST DOWN CATEGORY) !

mifra77

Dom, 20/10/2019 - 19:26

@stamicchia, ma di quale cultura stai parlando? quella degli svuotacarceri? o del pietismo per un delinquente che arrivato in crociera ong, si permette di delinquere?E che dire della cultura di certi giudici rosso pilotati? Siete alla frutta e fate pena se non altro perché ministri senza cultura siete voi che li avete portati all'istruzione; almeno l'attuale ministro all'agricoltura, sebbene abbia la terza media, sa dare di zappa a vi finocchi.

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Dom, 20/10/2019 - 22:40

Beh, la mafia di sinistra nella scuola e nelle università è sempre esistita e sempre esisterà. Almeno finché esisteranno i figli di papà che necessitano di giocare ai rivoluzionari per darsi un tono. Il problema è che poi questi diventeranno magistrati “democratici”, assistenti sociali (di Bibbiano magari), giornalisti, insegnanti, sindacalisti, politici, attivisti ong e via discorrendo, perpetuando la mafia rossa nella società civile. Purtroppo lo vediamo ogni giorno il risultato devastante della cancrena sociale frutto di questo sistema (fascista nei fatti malgrado l’etichetta di antifascismo che si danno).

anna.53

Dom, 20/10/2019 - 23:11

La vera vergogna la dovrebbero provare i pavidi che tollerano questi violenti pericolosi nemici della democrazia e non l estensore dell articolo che fa il suo mestiere nel far conoscere lo squadrismo purtroppo presente in certi atenei

savonarola.it

Lun, 21/10/2019 - 09:13

Condivido. Per esperienza diretta. Il bello è che poi dicono peste e corna del fascismo.

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 21/10/2019 - 10:09

Si processa sempre per il colore della maglietta come se fosse una squadra di calcio. Questo dimostra la immaturità di certa gente. Allora è giusto dire che hanno la falce e martello al posto del cervello. Si da del fascista e razzista solo perché si vuole difendere la propria terra ed aiutare prima i propri figli e cittadini. Assurdo. Quale nazione al mondo non darebbe la precedenza prima alla sua gente? NESSUNA.

Beaufou

Lun, 21/10/2019 - 10:12

I rettori universitari che tollerano la presenza di centri sociali e collettivi di estrema sinistra nelle università dovrebbero immediatamente essere rimossi per motivi di ordine pubblico, e ci sarebbero gli estremi per farlo. Ma purtroppo la burocrazia italiana , a tutti i livelli, è ignava, inadeguata e troppo vile per far rispettare la legge, e così qualche decina di delinquenti esagitati può fare il bello e brutto tempo in qualsiasi ateneo.