Usa, centrodestra duro: "Mandato Trump chiuso nel peggiore dei modi"

Per Silvio Berlusconi la presidenza Trump "che ha avuto anche aspetti positivi, si conclude nel peggiore dei modi". Parole dure anche da Salvini e Meloni

Non si spengono i riflettori, e non potrebbe essere altrimenti, sulle violenze accadute ieri negli Usa. "Sorprendono ed addolorano le drammatiche immagini di ieri a Washington. Sono stati violati i luoghi simbolo della democrazia americana, quella democrazia che è modello per noi e per tutti i popoli liberi". È questo il pensiero espresso in una nota da Silvio Berlusconi.

Il leader di Forza Italia ha criticato duramente Donald Trump che, a suo giudizio, prima ha soffiato sul fuoco delle polemiche alimentando le tensioni negli Usa e poi non si è espresso in maniera netta per placare gli animi nei momenti cruciali della violenza. "Aver suscitato, incoraggiato, evitato di condannare questo tipo di comportamenti è un comportamento che nessun leader politico dovrebbe permettersi in un Paese democratico", ha affermato ancora il Cavaliere che ha sottolineato come la presidenza Trump "che ha avuto anche aspetti positivi, si conclude nel peggiore dei modi". "Una lacerazione- ha proseguito- condannata da molti esponenti autorevoli e responsabili dello stesso Partito Repubblicano”.

Berlusconi ha quindi evidenziato come un centro-destra liberale "non può che esprimere questa stessa condanna". L’ex premier ha auspicato che "nell'interesse dell'America e di tutto il mondo libero che il presidente Biden riesca a ricucire questa irresponsabile lacerazione". Nel condannare quanto accaduto a Washington Berlusconi ha rimarcato che "i valori democratici, il rifiuto della violenza e il rispetto delle libere scelte di un popolo sono i capisaldi di ogni grande democrazia. Sono valori che gli Stati Uniti hanno coltivato, tramandato ed esportato in tutto il mondo, da sempre. E noi italiani saremo sempre grati per questo al grande popolo degli Stati Uniti d'America". Per questo Berlusconi ha spiegato come sia necessario saper accettare ciò "che questi stessi valori ci impongono. E, soprattutto, capire quando è necessario ed opportuno fare un passo di lato, ed uscire di scena".

Sui fatti di Capitolo Hill uduro commento anche da parte di Matteo Salvini che non rinnega il sostegno dato a Trump ma si dissocia dalle violenze."In democrazia chi vince ha sempre ragione. Io sostenevo le idee dei repubblicani, dei conservatori e di Trump ma un conto è il voto, un conto è entrare armati in Parlamento, quella è follia", ha spiegato il leader della Lega nel suo intervento ad "Aria pulita" su 7 gold.

Sulla necessità che la nuova amministrazione Usa si impegni nel difficile compito di ricucire gli strappi politici e sociali che si registrano nel Paese concorda anche Giorgia Meloni. La leader di FdI, augurando buon lavoro a Joe Biden oggi proclamato presidente dal Congresso, ha sottolineato come il suo sarà "un mandato impegnativo, che avrà tra le priorità quella di riportare concordia in una Nazione profondamente divisa, e sarà responsabilità di tutti lavorare per riportare un clima sereno nella nazione americana".

La Meloni ha ricordato che "da sempre Italia e Usa sono legati da una profonda amicizia e da solidi rapporti culturali, economici. e strategici. Sono due Nazioni amiche e alleate, che sono certa continueranno a cooperare per affrontare le sfide del nostro tempo". La leder di FdI spiega che sarà su questi temi che "continueremo a lavorare con l'amministrazione Usa, avendo sempre come stella polare la difesa dell'interesse nazionale italiano".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 07/01/2021 - 19:24

Trump, tanti nemici tanto onore.

orionebello

Ven, 08/01/2021 - 11:03

Berlusconi non ha mai amato Trump perché è saggio ed aveva capito il personaggio. La figuraccia la fanno Salvini e Meloni per i quali Trump è sempre stato un modello ma ora l'hanno scaricato, chi ha criticato dall'inizio Trump venendo trattato da matto è perché aveva già previsto che Trump sarebbe potuto arrivare a fare ciò che abbiamo visto l'altro ieri, adesso che Trump è diventato indifendibile non lo conosce più nessuno troppo comodo. Salvini e Meloni non sono in grado di prevedere i fatti per ignoranza e invece il politico che ha questo talento arriva primo

scurzone

Ven, 08/01/2021 - 12:37

Trump sarà ricordato come il peggior Presidente americano, anche se non è vero. Ma la sua sciagurata uscita di scena sarà ricordata per molto tempo.