Politica

Vietate le visite ai genitori soli. Sì all'assistenza ai disabili. A tavola solo con i conviventi

Vietate le visite ai genitori soli. Sì all'assistenza ai disabili. A tavola solo con i conviventi

Mentre i presidenti delle Regioni cercano di spingere Palazzo Chigi ad allentare le maglie dei divieti sugli spostamenti tra comuni durante le festività, il governo continua a mettere i puntini sulle «i» per spiegare meglio ai cittadini cosa sarà e non sarà concesso fare tra Natale e Capodanno senza mettere a repentaglio la salute.

Il Dpcm del 3 dicembre concede poche libertà per evitare che a gennaio la curva dei contagi, che ancora non è sotto controllo, riprenda a salire portando una terza ondata dell'epidemia. La raccomandazione rimane quella di limitarsi a festeggiare con i propri familiari senza ricevere persone non conviventi, anche se non è stata data nessuna indicazione su quante persone potranno stare a tavola per pranzi e cenoni, ma sugli spostamenti ci sono ancora molti dubbi su quello che sarà effettivamente consentito. I casi specifici sono tanti, molti dei quali non trovano una soluzione tra le righe del decreto. Per cercare di rispondere ai dubbi il governo aggiorna di continuo le faq sul proprio sito.

POSSO ANDARE AD ASSISTERE UN PARENTE O UN AMICO NON AUTOSUFFICIENTE?

Sì e senza limiti orari perché è considerata una condizione di necessità. Serve l'autocertificazione e bisogna ricordarsi di proteggere le persone più vulnerabili.

POSSO ANDARE A CASA DI PARENTI PER IL PRANZO DI NATALE?

Il 24 e 25 dicembre e il 1 gennaio sono vietati tutti gli spostamenti tra Comuni e ci si può muovere solo per comprovate esigenze lavorative, di necessità o di salute. Con l'autocertificazione.

SI PUÒ FARE VISITA AI GENITORI SOLI?

Nei giorni in cui gli spostamenti sono vietati è previsto andare dalle persone non autosufficienti, non per motivi di compagnia. Ed è necessario farlo da soli, non con altri familiari.

QUANDO SI PUÒ ANDARE NELLE SECONDE CASE?

È vietato trasferirsi nelle seconde case dal 21 al 6 gennaio anche nelle regioni gialle. In questi giorni è possibile raggiungerle unicamente per motivi di urgenza e soltanto per il tempo necessario a risolvere un guasto o un'emergenza.

LE COPPIE LONTANE POSSONO RICONGIUNGERSI?

Chi lavora o studia fuori casa può raggiungere il partner nell'abitazione principale perché il ricongiungimento è consentito solo alle coppie conviventi, anche se solo di fatto.

POSSO RIENTRARE DALL'ESTERO?

Dopo il 21 dicembre chi torna dall'estero deve stare in quarantena ed è stato specificato che l'obbligo vale anche per chi aveva organizzato il viaggio prima dell'entrata in vigore dei divieti previsti dall'ultimo Dpcm.

COSA SI RISCHIA A VIOLARE I DIVIETI?

Una multa da 400 a 1.000 euro e una denuncia se si viola la quarantena. E controlli in questo periodo saranno serratissimi.

Il Viminale ha messo in campo 70mila uomini.

Commenti