La Polonia spera ancora nello scudo missilistico di Obama

Secondo funzionari polacchi, gli americani potrebbero presto installare un sistema mobile e una base

La Polonia spera ancora di poter rientrare nel nuovo sistema di difesa americano. «Stiamo aspettando dettagli scritti», ha rivelato il capo del gabinetto politico del premier Donald Tusk, Slawomir Nowak, secondo cui le indicazioni, per ora soltanto a parole, giunte da Washington riguarderebbero un sistema mobile terra-acqua e alcune elementi da installare in una base nei pressi di Redzikowo.
«Una proposta ufficiale da parte americana dovrebbe arrivare a breve. Al momento abbiamo solo informazioni presentate a voce dalla delegazione americana. Attendiamo dettagli scritti», ha specificato Nowak a Radio Zet.
La settimana scorsa, Washington ha deciso di abbandonare il progetto di scudo antimissilistico proposto e sostenuto dall'amministrazione Bush, che prevedeva l'installazione di una base missilistica e una radar tra Polonia e Repubblica ceca.
Il progetto di difesa di Barack Obama dovrebbe invece puntare su un sistema mobile, navale AEGIS e terrestre. Un piano che comunque difficilmente potrà essere operativo prima del 2015.
Come ha riportato Gazeta Wyborca, indiscrezioni provenienti da Washington parlerebbero di sistemi antimissilistici in più località e non soltanto come inizialmente previsto a Redzikowo. In Polonia, pare, potrebbe essere aperta anche una base logistica.

Commenti

Grazie per il tuo commento