Poste, sale l'utile netto: 904 milioni (+2,4%) e i ricavi toccano 20 miliardi

L'ad Sarmi: "Anche nel 2009 registriamo un utile in crescita, un risultato considerevole in assoluto poiché è stato raggiunto in un anno segnato dalla crisi economica e finanziaria che ha acuito anche il calo dei volumi postali"

Roma - Un risultato operativo che sale a 1,6 miliardi (1,5 nel 2008). I ricavi totali aumentano del 12,6% a 20,1 miliardi con i servizi assicurativi che fanno registrare un incremento del 29% sull’esercizio precedente. Anche i servizi finanziari consolidano il percorso di crescita con un aumento dell’8%. Il bilancio, approvato dal cda, registra per la raccolta del risparmio postale circa 5,5 mld collocati sui buoni fruttiferi postali e sui libretti di risparmio, «un dato che sottolinea l’alto livello di fiducia assegnato dai risparmiatori a Poste Italiane anche in un anno caratterizzato dalla crisi finanziaria globale», afferma la società. In flessione del 5% i servizi postali, che risentono del calo dei volumi, un fenomeno comune a tutte le economie sviluppate per l’uso sempre più intensivo di internet. «Anche nel 2009 - ha dichiarato l’amministratore delegato Massimo Sarmi - registriamo un utile in crescita, un risultato considerevole in assoluto poiché è stato raggiunto in un anno segnato dalla crisi economica e finanziaria che ha acuito anche il calo dei volumi postali. Questo ottavo bilancio consecutivo in utile e con risultati sempre crescenti - aggiunge Sarmi - permette a Poste Italiane di affrontare la completa liberalizzazione del mercato postale con fiducia e con strumenti adeguati per sostenere la concorrenza, grazie anche alla leva competitiva costituita dalla nostra esperienza di successo nel lancio di servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico».

Nel 2009 Poste Vita ha raggiunto «il più alto fatturato della propria storia, collocandosi tra le prime compagnie in Italia», afferma la società. I premi emessi sono stati 7,1 miliardi di euro rispetto ai 5,5 miliardi del 2008 (+28,4%). La strategia di sviluppo dell’area di business sarà ulteriormente potenziata - spiega Poste Italiane - con la nascita di Poste Assicura, la società che il Gruppo ha creato per il suo ingresso nel Ramo Danni. I servizi finanziari hanno continuato a fornire un positivo impulso alla crescita dei ricavi totali grazie a prodotti che consentono di interpretare al meglio le esigenze della clientela. I conti correnti sono cresciuti del 2,7% a 5,5 milioni e le carte Postepay del 22,8% a 5,6 milioni, con una positiva risposta del mercato alla novità costituita dalla Postepay Twin, la carta «gemella» che consente di trasferire fondi da carta a carta con semplicità e sicurezza. Per quanto riguarda la telefonia, Poste Mobile è passato da 671mila sim vendute a tutto il 2008 a 1,3 milioni a fine 2009, grazie anche all’ingresso nel segmento business.  

Commenti