Politica

Il premier tra i terremotati Consegnate nuove case: "Ecco la politica del fare"

Consegnati 240 nuovi moduli abitativi a Cese di Preturo in Abruzzo: "Non sono prefabbricati ma case vere che possono durare in eterno". Poi a chi lo attacca: "Ho preso un pugno in faccia, ma non mollo"

Il premier tra i terremotati 
Consegnate nuove case: 
"Ecco la politica del fare"

L'Aquila - "Io non mollo, vado avanti". il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è a Cese di Preturo in Abruzzo per consegnare una nuova tranche di case agli sfollati. Una signora si avvicina al premier e lo invita a non mollare. Il Cavaliere la rassicura: "Stia tranquilla, signora, io non mollo. Certo, quando qualcuno prende un pugno in faccia per un pò sta male ma poi si riprende e va avanti...".

La consegna delle case Oggi pomeriggio il presidente del Consiglio ha consegnato a Cese di Preturo 240 nuovi moduli abitativi. Il premier ha visitato diversi appartamenti e si è soffermato a chiacchierare con tutti i neoinquilini. "Avete preparato per fare un brindisi? Allora arrivo", ha detto a una famiglia. Berlusconi si è soffermato a leggere una poesia sulla terribile esperienza del terremoto che un bambino gli ha regalato. "Bravo, complimenti". A una signora che gli ha detto di essere originaria di Vigevano, il premier ha risposto: "Allora qua può riprendere le sue vecchie abitudini e fare footing". Ma la signora gli ha risposto: "Ormai sono vecchia". Ma il premier non ha desistito e nel salutare la signora da fuori ha ripetuto: "Mi raccomando il footing".

Costruzioni destinate a durare Il premier ha avuto parole di elogio per le costruzione realizzate a Preturo. "Restare qui sapendo che c’è una sicurezza assoluta e guardare fuori e vedere la vostra terra così bella è una gioia", ha detto Berlusconi che è poi tornato a ricordare il tempestivo intervento dopo il terremoto del 6 aprile rispondendo alle domande del giornalista francese. "Questa è una cosa che può diventare un modello - ha sottolineato il Cavaliere - mai quando c’è stata una catastrofe si è avuta una risposta simile". Questa, ha concluso il presidente del Consiglio, "è la vera politica, è la politica del fare".

Commenti