Presentato un progetto europeo per salvare il «delfino striato»

È stato presentato alll’hotel Park Hyatt di Milano il primo progetto di «partenariato verde» che promuove il turismo sostenibile in tutto il mondo. Il progetto, sostenuto anche dall’Università di Firenze, ha sede nel Principato di Monaco ed è rappresentato dal Fairmont Monte Carlo. Tramite una serie di azioni, il Fairmont sta raccogliendo fondi per aiutare a proteggere il delfino striato (Stenella coeruleoalba), una specie del Mediterraneo classificata come minacciata. Il cambiamento climatico e l’inquinamento stanno causando l’aumento della temperatura e dell’acidità dell’acqua, perturbando gli ecosistemi nel «mare nostrum», e il delfino striato rischia di scomparire o essere spinto ad andarsene. Per proteggere questa specie, gli scienziati studieranno le differenze genetiche fra i delfini per vedere quali tratti li rendono vulnerabili ai cambiamenti ambientali; tenteranno altresì di scoprire le ragioni per le quali gruppi di delfini tendono ad abitare settori specifici del bacino mediterraneo. L’obiettivo è scoprire il modo migliore per amministrare le principali zone di conservazione. La Fondazione del Principe Albert II, anch’essa con sede nel Principato, finanzia tra l’altro progetti concreti nel settore del cambiamento climatico, della biodiversità e dell’accesso all’acqua. Per informazioni sull’attività della fondazione e, nello specifico, sul progetto di protezione e salvaguardia del delfino striato, è possibile visitare il sito www.fpa2.com.

Commenti