Prodi, da Mortadella a radical chic

Prodi, da Mortadella a radical chic

Sono lontani i tempi in cui Romano Prodi (nella foto con la moglie) incarnava la figura del politico vicino alla gente, tutto mortadella, vacanze in pensione e valori genuini. Ora che la stagione politica, e della ricerca del consenso, è finita, l’ex premier riveste i panni dell’accademico. E rispolvera l’atteggiamento da intellettuale radical chic che snocciola giudizi su chi vive nel mondo reale. A cominciare dai politici, suoi ex compagni di percorso, che adesso gli appaiono addirittura «analfabeti». Dal pulpito del Forum sullo Stato e la sicurezza organizzato dal Cremlino a Jaroslav, in Russia, il professore ha infatti spiegato di avere deciso di tornare a insegnare «per superare l’analfabetismo legato al periodo trascorso in politica».