Prostituzione Pioggia di multe Da gennaio sono 60 al giorno

Quasi 11mila multe dall’inizio dell’anno, precisamente 10.744 dal 1° gennaio al 27 giugno, vale a dire una media di quasi 60 al giorno: tutte per violazione dell’ordinanza antiprostituzione del sindaco. Sono i numeri che si evincono dal report quotidiano della polizia relativo ai servizi pianificati nell’ambito del «Patto per Roma Sicura» finalizzati al contrasto del fenomeno della prostituzione su strada e dai dati sui controlli diurni e notturni della polizia municipale forniti dal delegato alla sicurezza del sindaco Giorgio Ciardi. Da via Prenestina a via Tiburtina, da viale Togliatti a via Salaria, dall’Aurelia alla Colombo fino a viale Marconi: sulle strade della capitale battute dalle lucciole, quotidianamente, gli agenti della questura mettono in pratica le disposizioni dell’ordinanza di Alemanno emanata il 15 settembre 2008 e poi prorogata il 29 gennaio scorso: 4978 le ragazze, in prevalenza romene, «pizzicate» dalla polizia nella prima metà dell’anno. Multati anche 455 clienti, che rappresentano dunque il 10 per cento sul totale delle contravvenzioni fatta dagli agenti, per un totale di 5433. Nell’ultimo mese, dal 1 giugno a domenica scorsa, gli agenti della questura hanno comminato 798 contravvenzioni, 720 delle quali ai danni di lucciole. Ma il mese più «caldo», sul fronte multe, è stato quello di marzo: in totale sono state 1384, di cui 1.267 a prostitute e 117 ai clienti. A gennaio le contravvenzioni erano state 867 (803 a lucciole e 64 a clienti), a febbraio 768 (712 e 56), ad aprile 1062 (949 e 113), a maggio 554 (527 e 27).

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti