Rai, contratto biennale per Che tempo che fa

Il cda di viale Mazzini rinnova il contratto al programma di Fabio Fazio. Trovata anche la quadra sui vicedirettori del Giornale radio e di Raidue. Dall'ammiraglia arriva Gianluigi Paragone. Libertà di stampa, Feltri: "Abolire le sanzioni penali per il reato di diffamazione"

Rai, contratto biennale per Che tempo che fa

Roma - Sette vicedirettori per il Giornale radio e altri sei per Raidue. Il cda di viale Mazzini, su proposta del direttore generale, trova la quadra anche per l'organigramma del Gr e della seconda rete nazionale e rinnova il contratto per la realizzazione nelle stagioni 2009-2010 e 2010-2011 del programma di Raitre Che tempo che che fa, prodotto da Endemol e condotto da Fabio Fazio.

Confermato Che tempo che fa Nell’edizione che prenderà il via il 3 ottobre su Raitre ci saranno Luciana Litizzetto (alla sua quinta partecipazione) e la novità del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. La svolta è rappresentata dal via libera di oggi del cda di viale Mazzini al programma di Fabio Fazio. Senza questo non sarebbe stato possibile infatti, a cascata, stipulare altri contratti. Fino a ieri sera c’era maretta, nel senso che non era certo che oggi la questione sarebbe stata presa in esame, ma una volta arrivato il via libera a questo punto strada spianata per i contratti con la Litizzetto, Aldo, Giovanni e Giacomo. A quanto si sa, questi ultimi hanno accettato tutte le condizioni Rai pur di esserci nella trasmissione, e la firma dovrebbe essere apposta al più tardi entro martedì. Quanto alla Litizzetto, non è solo una questione di Che tempo che fa perché lavora anche in altri programmi Rai, e quindi il suo è un contratto legato ad una attività più complessiva, ma ormai gli spigoli sono smussati. Invece, per Fazio, la questione non si pone perché il suo contratto triennale è stato rinnovato lo scorso anno e andrà avanti fino al 2011. Infine, un’annotazione sul costo Rai del programma: intorno ad un milione e 400 mila euro all’anno, con 64 puntate, (escluso ovviamente il compenso per conduttore e ospiti fissi). A questo proposito si parla di un risparmio per la Rai di 780mila euro in due anni, ovvero il programma è stato impostato secondo quelle che sono le indicazioni della direzione generale in fatto di risparmi e contenimento spese.

Le nomine per Raidue e Gr Il cda della Rai ha preso atto del piano editoriale del Giornale Radio predisposto dal direttore Antonio Preziosi e ha espresso l’intendimento per la nomina dei vicedirettori Carlo Albertazzi, Vittorio Argento, Andrea Buonocore, Vito Cioce, Paolo Corsini, Giovanni Derosas, Stefano Mensurati, e ha nominato vicedirettori di Raidue Sergio De Luca, Roberto Giacobbo, Marco Giudici, Massimo Lavatore, Roberto Milone e Gianluigi Paragone.