Reggina, Lecce e Torino: la B ha già le sue regine

La serie B apre stasera la stagione dei campionati, mettendo in scena in notturna la prima giornata della solita maratona che terminerà a giugno. Tutta la categoria è stata molto attiva sul mercato, capitalizzando soprattutto i giocatori emergenti (Meggiorini, Bonvissuto, Barreto, Allegretti). È cambiato molto anche il panorama delle panchine, con i grandi ritorni di Novellino e Colantuono e il debutto di Michele Serena (Ascoli), che a 38 anni è il più giovane tecnico del calcio professionistico.
Il pronostico spetta a Reggina, Torino e Lecce, appena retrocesse, con Brescia ed Empoli nel ruolo di outsider. Cinque favorite con diverse motivazioni. La Reggina si è rinforzata puntando sull'esperienza dell'attaccante Bonazzoli e del centrocampista empolese Buscè. Ma l'acquisto più importante è quello dell'allenatore Walter Novellino, grande navigatore della categoria, tre promozioni (Venezia, Piacenza e Sampdoria) in sei anni. Il Torino affida a Colantuono il programma del riscatto, ha ceduto Rosina anche per valutazioni tecnico-tattiche, oltre che per esigenze di bilancio, ritrova Di Michele, mentre lo svizzero Dzemaili non è stato convocato perché vorrebbe trasferirsi al Palermo. De Canio, uno dei pochi tecnici riconfermati, con il Lecce ha scelto la via dei giovani, offrendo al bomber Tiribocchi l'occasione del salto di categoria con la maglia dell'Atalanta, e sperando di aver azzeccato la scelta di Mazzotta, prelevato dal Palermo.
Il Brescia è alla 52ª partecipazione, primato fra i cadetti, e cerca l'undicesima promozione. Deve dimenticare la delusione dei play-off, Cavasin riparte senza Baronio tornato alla Lazio e il portiere Viviano che l'Inter ha girato al Bologna. Baiocco è il nuovo punto di riferimento, molto dipenderà da Possanzini regista avanzato e dai gol di Caracciolo. L'Empoli ha rivoltato squadra e panchina, confermando la coppia d'attacco Pozzi-Saudati sulla quale Campilongo conta per realizzare il salto di categoria.
La vera sorpresa potrebbe arrivare dalla Triestina, che più delle altre ha movimentato il mercato cedendo Granoche ed Allegretti alla serie A, oltre ad Antonelli e Ardemagni, cioè la struttura portante dello scorso campionato. Ma il ritorno del cannoniere Godeas, la qualità del centrocampista Magliocchetti e il rilancio di Sedivec con la garanzia del portiere Agazzi, hanno regalato agli alabardati il significativo successo in coppa Italia sul Cagliari. Il Grosseto, dopo aver sfiorato la grande impresa, riparte sempre con Gustinetti, ma ampiamente rinnovato. Stasera già il primo test-verità contro il Torino. Entusiasmi e voglia di ritornare fra le grandi sono le motivazioni del Padova, altra tipica squadra di B con 29 campionati.
Per la matricola Gallipoli, causa le vicissitudini societarie, si prospetta un'avventura piena di rischi, il neo-presidente D'Odorico e l'allenatore Giannini hanno racimolato l'organico nell'ultima settimana, la squadra potrà amalgamarsi e progredire di partita in partita, molto dipenderà dai risultati iniziali.

1ª giornata - Oggi (ore 20.45): AlbinoLeffe-Vicenza (Sky 260), Ascoli-Gallipoli (Sky 261), Brescia-Cittadella (Sky 255, Dahlia Calcio 1), Empoli-Piacenza (Sky 256, Dahlia Calcio 4), Grosseto-Torino (Sky 201, Dahlia Calcio 2), Lecce-Ancona (Sky 254, Dahlia Calcio 3), Mantova-Triestina (Sky 257), Padova-Modena (Sky 259), Salernitana-Frosinone (Sky 258), Sassuolo-Crotone (Sky 262). Lunedì: Cesena-Reggina.

Commenti