Ricerca domani 20 mila volontari offriranno le «arance della salute»

Domani tornano «Le Arance della Salute»: una giornata importante perché si propone di aiutare la ricerca a rendere il cancro sempre più curabile. Infatti, l’obiettivo è finanziare - attraverso la distribuzione delle Arance Rosse – i nuovi progetti di ricerca (circa 140) selezionati dal Comitato Tecnico Scientifico di AIRC. Questa iniziativa è anche l’occasione ideale per informare la popolazione sul fatto che il 50% dei tumori dipende da stili di vita scorretti e addirittura il 30 da cattive abitudini alimentari. Sono 435 mila le reticelle contenenti 3 kg di arance rosse di Sicilia che saranno distribuite sulle piazze italiane dai 20 mila volontari AIRC, a fronte di una donazione di 9 euro e grazie al generoso contributo della Regione Siciliana. L’arancia rossa di Sicilia è diventata il simbolo della corretta alimentazione perché è particolarmente ricca di antociani, pigmenti naturali dagli straordinari poteri antiossidanti, e perché contiene circa il 40% in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi.
L’arancia è anche la regina della dieta vegetariana: proprio questo regime alimentare sarà messo sotto la lente di ingrandimento degli esperti di AIRC, per informare il pubblico sui suoi vantaggi, sui suoi limiti e sui possibili rischi sempre in agguato quando si elimina una categoria di cibi. Le reticelle di Arance della Salute saranno infatti accompagnate dalla pubblicazione speciale «I pro e i contro della dieta vegetariana», una guida pratica con consigli utili, che sarà corredata da nove ricette vegetariane con gli ingredienti ideali per prevenire il cancro.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.