Richieste da presentare entro il 15 aprile 2010

Le richieste per il rimpatrio o la regolarizzazione vanno inoltrate a partire da domani (15 settembre 2009) fino al 15 aprile 2010. Entro tale data il contribuente deve ottemperare a tutti gli adempimenti, mentre possono anche non terminare quelli a carico degli intermediari. La procedura si conclude col rilascio della copia della dichiarazione al contribuente da parte dell’intermediario. Bisogna tenere conto che gli intermediari finanziari hanno sei passaggi da rispettare: raccogliere le dichiarazioni riservate presentate dalla clientela e controfirmarle, rilasciandone copia agli interessati; versare le somme dovute entro il termine previsto in base al mese in cui hanno ricevuto la dichiarazione riservata; indicare al Fisco l’ammontare complessivo dei valori rimpatriati e quello delle somme versate per conto della clientela, senza specificare però i nominativi di chi ha presentato la dichiarazione; effettuare se necessario le rilevazioni degli importi rimpatriati come trasferimenti dall’estero; effettuare le rilevazioni e le comunicazioni delle attività finanziarie mantenute all’estero dal contribuente; infine, provvedere a rilevare le operazioni di rimpatrio e regolarizzazione, se necessario, ai sensi della normativa antiriciclaggio. Peraltro, rimpatrio e regolarizzazione non costituiscono di per sé «operazioni sospette» da segnalare all’apposita unità di informazione finanziaria, a meno che non valutino l’esistenza di altri elementi previsti dalla normativa antiriciclaggio. In sintesi, le attestazioni riservate, di per sé, non sono elementi che possono danneggiare il cliente.