Cronache

Ricorso Spezia ripescato in Seconda Divisione

Lo Spezia è stato ripescato in Seconda Divisione, ex Serie C2. Lo ha deciso ieri pomeriggio a Roma il Consiglio Federale della Federcalcio Italiana che ha accolto la domanda presentata lo scorso venerdì dalla società aquilotta.
I bianconeri del levante ligure tornano così nel calcio professionistico dopo una stagione di purgatorio nel campionato dilettanti di Serie D. «È il giusto premio ad una anno di lavoro che abbiamo svolto con grande impegno e abnegazione», ha commentato Aldo Jaceopetti, amministratore unico dello Spezia.
Rilevato lo scorso anno dal Gabriele Volpi lo Spezia aveva chiuso il campionato alle spalle della Biellese nel Girone A di Serie D. Il secondo posto era valso l'iscrizione ai play off chiusi però con l'eliminazione nella seconda fase.
Nelle passate settimane i bianchi avevano fatto richiesta di subentrare alla Biellese non iscrittasi alla Seconda Divisione ma la Figc aveva scelto la Nocerina vincitrice degli spareggi. Adesso la fumata bianca con la richiesta di ripescaggio accolta dal Consiglio Federale che oltre ai liguri premia anche Fano, Vico Equense, Nocerina, Valenza, Poggibonsi e Isola Liri tutte ammesse in Seconda Divisione.
Nel frattempo alla squadra ligure si sono aggiunti dei rinforzi. Attilio Lombardo, allenatore dello Spezia, può contare su Roberto Bischeri, centrocampista offensivo di 28 anni, lo scorso con Cararese e Figline, Seconda Divisione con 28 presenze e 4 gol. Insieme a lui è giunto nel ritiro di Chatillon anche Roberto Rinchetti, centrale difensivo preso dal Renate, Serie D e Alejandro Carrara, centrocampista argentino di 27 anni che l'anno scorso ha vestito la maglia del Lecco in Prima Divisione, collezionando 21 presenze e 2 gol. Sul fronte mercato proseguono i sondaggi per un portiere, il nome più gettonato è quello di Aprea del Venezia libero dopo il capitombolo della squadra nero verde. Nel mirino dei dirigenti aquilotti i difensori Massimo Melucci, ex degli anni di Andrea Mandorlini, in forza all'Ascoli e Vittorio Gargiulo del Portogruaro.
Lunedì sera alle 20,30 infine è in agenda la sfida di Coppa Italia contro l'Hellas Verona e allo stadio Alberto Picco si tornerà a respirare l'aria del grande calcio, almeno sulla carta. La sfida con i veneti infatti è di quelle che fa tornare alla mente la recente Serie B. Contro i gialloblù i liguri vissero uno dei momenti più drammatici della cadetteria con un epico spareggio salvezza vinto dallo Spezia nella doppia sfida della stagione 2006/2007. Poi la stagione del tracollo e la Serie D. Adesso il nuovo inizio.
Marco Toracca

Commenti