Se la prendono con lo shopping, ma il caos è (ancora) sui mezzi

Nei giorni delle polemiche per gli assembramenti nelle vie commerciali delle città italiane per lo shopping natalizio, è caos sui mezzi pubblici della Capitale: un video mostra centinaia di persone accalcate all'ingresso della stazione metro Anagnina

"Mettetelo sui social questo video, è veramente una cosa da denuncia". A pronunciare queste parole è una donna infuriata, che assieme ad altre centinaia di persone sta tentando di raggiungere i varchi d’accesso della stazione Anagnina della metropolitana di Roma.

Un fiume di persone che riempie l’atrio attraverso il quale si accede alle gallerie. Gli utenti incedono lentamente, spalla a spalla, schiacciati l’uno sull’altro come sardine. Le immagini choc sono state catturate da un telefonino martedì mattina, proprio mentre sui giornali si parla di "terza ondata". Proprio mentre virologi, opinionisti e membri del governo puntano il dito contro gli italiani che si sono riversati nelle vie commerciali delle principali città italiane per lo shopping natalizio.

Sotto i tunnel della metropolitana, sovraffollata di persone, però, il rischio contagio è altrettanto alto, con buona pace delle mascherine. Del resto gli esperti, come Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani, continuano a ripeterlo: "I trasporti vanno preservati e potenziati". "Mettere in sicurezza la scuola e i trasporti deve essere ora l'obiettivo primario per evitare ad ogni costo che queste strutture possano trasformarsi in potenziali incubatori del virus – ha dichiarato ieri Vaia - sono settori che vanno posti al centro delle nostre attenzioni in questa fase".

Le immagini amatoriali girate nella metropolitana di Roma dimostrano però come l’appello sia rimasto lettera morta. Eppure, ricordava nei giorni scorsi il coordinatore della task force anti-Covid del governo, Agostino Miozzo, durante un’audizione al Senato sul tema scuola, "sin dal 18 di aprile" il Cts ha "suggerito al governo una serie di indicazioni che raggruppavano tutti gli ambiti relativi alla scuola a partire dai trasporti". Quello del trasporto pubblico è un nodo cruciale per evitare la diffusione del contagio anche secondo la Commissione europea che all’inizio di dicembre raccomandava di "potenziarlo".

"Ove possibile – scrivevano le istituzioni Ue - le opzioni e le capacità di trasporto pubblico dovrebbero essere aumentate, per ridurre l'affollamento, in particolare in quei giorni o in quelle fasce orarie in cui è previsto un maggiore afflusso di passeggeri, per assicurare il distanziamento sociale". Invece a Roma le scene sono le stesse dello scorso ottobre, quando a denunciare gli assembramenti nel capolinea San Giovanni della metro C, fu il leader della Lega, Matteo Salvini.

"Anche questa mattina nelle stazioni della metropolitana della Capitale, in particolare alla fermata Anagnina, abbiamo assistito a scene surreali con assurdi assembramenti di persone ai tornelli", scrivono in una nota consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Chiara Colosimo, il capogruppo del VII Municipio, Fulvio Giuliano, e i dirigenti romani del partito Mariagrazia Cacciamani e Valter Conti. "Il trasporto pubblico locale, come più volte abbiamo denunciato, si conferma come il più pericoloso veicolo di contagi – continuano - appare assurdo, quindi, che il governo e le amministrazioni locali insistano a prendere provvedimenti contro commercianti e attività produttive e continuino a trascurare o quanto meno a sottovalutare una situazione che sta diventando sempre più esplosiva".

Una situazione che, accusano gli esponenti del partito di Giorgia Meloni, mette a rischio non solo gli utenti, ma anche "gli stessi operatori del servizio pubblico abbandonati oramai al loro destino senza nessuna tutela per la loro salute".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cecco61

Mar, 15/12/2020 - 13:23

Solito refrain. Basterebbe invitare tutti ad utilizzare il mezzo privato con parcheggi (pubblici e privati) gratuiti. Meglio il "ristoro" a 20 parcheggi che a migliaia di commercianti. Già così si alleggerirebbe notevolmente il carico sul trasporto pubblico.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mar, 15/12/2020 - 13:32

Vero, l'anello debole della catena sono i trasporti, dove si accalcano centinaia di persone al chiuso. Tutti si aspettavano chissà quale catastrofe per i festeggiamenti all'aperto di Napoli dopo la vittoria in coppa Italia, ma non è successo niente di particolare. Così per tutta l'estate. Alla riapertura delle scuole invece c'è stato di nuovo il boom dei contagi.

Ritratto di TechTrade

TechTrade

Mar, 15/12/2020 - 14:05

Andate a piedi a comprate un monopattino, c'è il bonus! Lol Lol Lol

Italy4ever

Mar, 15/12/2020 - 14:33

Stai a vedere che adesso diranno che andavano tutti a fare shopping in previsione della chiusura del weekend...

ruggerobarretti

Mar, 15/12/2020 - 14:44

Cosa ovvia. Solo i connazionali che si sono fatti condizionare dalla campagna di "panicodemia" non l'hanno ancora capito.

Calmapiatta

Mar, 15/12/2020 - 14:57

Da sempre è così. Non posso andare a cena fuori, seguendo le regole, ma mi posso infettare per andare al lavoro. Chiudiamo ristorante, centri commerciali e bar, creando un cratere che non riempire o ma, ma si può viaggiare stretti come le sardine. Il governo pensa a chiudere, ma a organizzare i servizi, chi ci pensa? Babbo natale?

ruggerobarretti

Mar, 15/12/2020 - 15:09

calmapiatta: c'e' di peggio, per molti nostri connazionali (tanti anche qua) non si dovrebbe neanche stare all'aria aperta. Hai capito con chi abbiamo a che fare??? Beh sono stati bravi, bisogna riconoscerlo. Sono riusciti ad offuscare il cervello di milioni di persone. Gente che probabilamente credeva di vivere alla "Connor Mc Leod". Mah valli un po' a capire.

maxmado

Mar, 15/12/2020 - 15:46

cecco61 hai colto nel segno, io nel poco che mi sono spostato l'ho fatto con la mia macchina e pagando i parcheggi, meglio ciò che contagiarmi quasi di sicuro. Ma più giusto come scrivi tu ribaltare la cosa, ovvere, parcheggi gratuiti e ristori a pochi parcheggiatori (rispetto alla motlitudine di baristi, ristoratori e negozianti) Hai tremendamente ragione.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 15/12/2020 - 16:30

E' il trasporto pubblico la maggior pericolosità per il contagio. Prima dicevate di riempire i l50 %, il giorn odopo l' 80 %, poi boh, ed erano pieni al 200 %, massimo mezzo d idiffusione del virus. Bravi, così pure ci avete messo milioni di studenti per riempirli bene. Qyueste sono le incapacità della sinisrta a gestire cose che anche un dilettante ci arriverebbe a capire.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 15/12/2020 - 16:33

quei geni al governo pensavano di risolvere la mobilita' con i monopattini

maurizio-macold

Mar, 15/12/2020 - 16:38

Il vero errore del governo e' stato quello di non prendere provvedimenti adeguati per il trasporto pubblico. Gia' da questa estate dovevano essere presi provvedimenti semplici come fare ricorso a societa' private per il trasporto pubblico e non buttare soldi sulle solite scemenze grilline come monopattini e piste ciclabili di quelche centinaio di metri. Si fa ancora in tempo, ma bisogna isolare quelli del M5S.

silvano45

Mar, 15/12/2020 - 16:55

Il ministro dei trasporti è il genio della ciclabile sullo stretto mentre il paese aveva bisogno di medici il ministro istruzione si è inventata i banchi con le ruote (chissa chi ha guadagnato) mentre occorrevano i bus per trasporto alunni,il compagno Speranza pensa alla delazione a schedatura di chiusure ospedali e assunzioni medici e infermieri non se ne parla.Ma dopo aver chiesto di comprare con i bancomat danno la colpa ai cittadini se escono. Politici fantozziani se non ci fossero tante sofferenze.

kayak65

Mar, 15/12/2020 - 17:02

dove e' finita la ministra dei trasporti che proponeva la scuola anche la domenica per evitare sovraffollamenti? che la paghiamo a fare? se i treni e le metro non si possono costruire in pochi giorni i bus invece sono fermi perché non utilizzati con personale in cassa integrazione. e' preferibile pagargli quello per non fare nulla che lo stipendio per il servizio. assurdo

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 15/12/2020 - 17:05

Siamo sempre alle solite, se non c'è buon senso, non c'è e basta, quindi affollatevi pure.

okorop1

Mar, 15/12/2020 - 17:09

Articolo senza senso e vi spiego il perchè: alcune regioni sono state classificate Rosse a inizio novembre alcune gialle ed alcune arancioni....Il lazio è sempre stato giallo quindi che senso ha questo articolo? Loro hanno sempre avuto la facoltà di spostarsi, fare shopping e andare al ristorante quindi che cosa volete mostrare con tutto cio' che ieri erano affollati, e l'altro ieri e sabato scorso invece?????

Gianca59

Mar, 15/12/2020 - 18:26

Questa foto dice che le persone ancora non hanno capito le regole base: distanziamento, ovvero niente assembramenti, mascherina. Fosse stata una coda infinita di gente che ordinatamente aspettava di accedere alle pensiline si poteva anche pensare che non sono stati organizzati adeguatamente i mezzi pubblici ma così io vedo solo gente che non ha capito quali sono le regole, o se ne frega delle regole, per cui alla fine hanno ragione a rinchiuderci in casa.

ruggerobarretti

Mar, 15/12/2020 - 19:04

okorop1: beh secondo me un senso sensato l'articolo ce l'ha eccome: un conto i sopraffollamenti in spazi chiusi e la metro, come i bus, i vagoni dei treni e le sale di aspetto degli aeroporti lo sono, un conto la gente in giro all'aria aperta, per di piu' a volto coperto (una volta era reato). La prima casistica e' certamente molto, ma molto, ma molto piu' a rischio .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 15/12/2020 - 19:09

Dovete fare più figli, l'Italia sta scomparendo demograficamente. Saremo 4 gatti a girare e prendere anche una metro. Ce ne stiamo accorgendo giorno dopo giorno, diventiamo sempre più pochi. Lo vedete voi, come siamo pochi? Fate più figli.

ruggerobarretti

Mar, 15/12/2020 - 19:35

Di errori (voluti???) il governo e suoi suggeritori, ne hanno fatti a vagonate, non e' solo questione di trasporti, che comunque incidono alla grande sulla diffusione del vairusse.

Triatec

Mar, 15/12/2020 - 19:50

kayak65@ E' la stessa ministra che per evitare i contagi proponeva di viaggiare sui bus con i finestrini aperti e considerare i ragazzi come conviventi.

Nes

Mar, 15/12/2020 - 19:51

Solo parole al vento il trasporto al 50%, nel filmato stiamo almeno al 250%, speriamo bene con le prossime aperture.