Cronaca locale

Ladri di bagagli a Fiumicino: blitz della polizia di Frontiera

Il colpo prima della partenza del volo per Malta, fermati due addetti ai bagagli. Mentre uno controllava le valigie in cerca di denaro e gioielli, il secondo faceva da palo in pista

Ladri di bagagli a Fiumicino: blitz della polizia di Frontiera

Fermati dalla polizia di Frontiera dell'Aeroporto internazione Leonardo da Vinci di Fiumicino due ladri di bagagli, colti in flagranza di reato mentre cercavano di portare via alcuni oggetti di valore.

I fatti, secondo quanto riferito da Il Messaggero, si sono verificati lo scorso venerdì, quando gli agenti dello scalo romano, impegnati in un'operazione di controllo dell'aerostazione recentemente intensificata proprio per il particolare periodo dell'anno, hanno fermato la coppia di criminali, risultati essere entrambi dipendenti di una ditta di handling. Mentre uno dei due addetti al carico/scarico bagagli, apriva ad una ad una le valigie all'interno della stiva dell'aereo, il complice restava a terra, facendo da palo. Gli agenti in borghese hanno beccato uno di loro nell'atto di frugare all'interno di una Louis Vuitton, in cui aveva già trovato gioielli e denaro per un totale di circa mille euro. La vittima, una passeggera diretta a Malta, è stata immediatamente avvisata.

"Abbiamo notato uno dei due impiegati, quello all'interno della stiva, perché si attardava nelle operazioni di carico. Allo stesso tempo ci ha insospettiti anche l'atteggiamento del complice, il palo rimasto in pista", è quanto dichiarato dalla polizia, che in quest'ultimo periodo ha visto incrementare le denunce per furto. I poliziotti sono entrati in azione tempestivamente, tanto che non si sono verificati ritardi del volo. "Il sistema che abbiamo ricostruito era semplice", spiegano ancora gli agenti, "i ladri prendevano di mira i bagagli, quelli griffati, andando così a colpo sicuro. I controlli agli imbarchi sono molto stringenti, ecco perché le indagini si sono indirizzate subito nella fase finale dell'imbarco".

Il timore è che la coppia, magari aiutata anche da altri individui, possa aver compiuto più di un colpo all'aereoporto. Le indagini sono in corso.

Purtroppo i precedenti ci sono. Basti pensare che il mese scorso due magrebini sono stati fermati, sempre a Fiumicino, dopo aver derubato uno sceicco che viaggiava con la famiglia.

Arraffata una delle 20 valigie della comitiva, i ladri avevano cercato di darsi alla fuga, disattivando i dispositivi elettronici. A tradirli uno dei cellulari, rimasto acceso. I nordafricani, in possesso di circa 30 mila euro fra denaro e oggetti di valore, erano poi stati rintracciati e arrestati in un ristorante lungo la via Appia.

Commenti