La favela rom nel parco giochi "Pure escrementi nelle casette"

A Villa Ada è nato un insediamento a due passi dall'area giochi di via Panama, nel quartiere Parioli. La denuncia dei residenti: "Vengono qui a bivaccare e lasciano bottiglie ed escrementi"

Le tate arrivano nell’area giochi con il disinfettante e gli strofinacci. Li tirano fuori dal passeggino e si assicurano di aver pulito a dovere scivolo e altalena prima di farci salire i bambini. "Qui è uno schifo", si lamenta una di loro. "È sempre un disastro, è sporco e - prosegue - c’è gente che viene a bivaccare, troviamo di tutto, bottiglie, scarti".

E non mancano neppure gli inconvenienti. "L’altro giorno mi sono seduta nella casetta con la bambina e mi sono ritrovata ricoperta di escrementi, non so se umani o di qualche animale, è veramente uno schifo", si sfoga una ragazza sudamericana. Siamo a via Panama nel cuore dei Parioli, dove l’area giochi del parco di Villa Ada di notte si trasforma in bivacco.

Pochi metri oltre le giostre, coperto dalla vegetazione, infatti, c’è una vera e propria favela con baracche, indumenti lasciati ad asciugare sui rami, bracieri, pentole e cartoni di vino sparsi ovunque. Un accampamento in piena regola, dove vivranno almeno quattro o cinque persone. "Non sapevano ci fossero, non ho mai visto le baracche – continua la babysitter – ma di sicuro vengono qui a sporcare e questo non è giusto, questa è un’area riservata ai bambini". "E poi con l’emergenza Covid – le fa eco una collega – è veramente da irresponsabili".

Ma quello di via Panama non è l’unico accampamento che sfregia la villa dei Savoia. Il terzo parco più grande di Roma, dopo quello dell’Appia Antica e Villa Pamphili, ospita al suo interno un patrimonio di biodiversità e una serie di edifici neoclassici: il Tempio di Flora, le Scuderie Reali, la Villa Polissena. Quasi tutti, manco a dirlo, abbandonati al degrado e colonizzati da sbandati e clochard. Nelle stalle dell’ex impianto per l’ippoterapia qualcuno si è sistemato a vivere e ha chiuso il cancello con il lucchetto.

All’esterno suppellettili ed effetti personali testimoniano come la struttura sia diventata la dependance di un gruppo di senzatetto. Percorrendo un sentiero dal lato di via Ponte Salario ci si imbatte addirittura in una costruzione. Una "villetta" in legno con vista sul laghetto del parco. All’interno abita un uomo dell’Est Europa. "Chi siete? Chiamo la polizia", ci intima accusandoci di volergli "attaccare il virus". "Questa zona è Covid-free", ripete come un mantra. È in stato confusionale e visibilmente alterato. Per questo decidiamo di allontanarci.

"Non vengo al parco quando fa buio, ho paura dei malintenzionati", ci confessa una signora che sta portando a spasso il suo cagnolino. "Tra l'immondizia che straborda dai bidoni e gli accampamenti, ormai – denuncia – i Parioli sono irriconoscibili". "Il degrado è sotto gli occhi di tutti", denuncia Roberto Rizzo, dell’associazione sportiva Leprotti di Villa Ada, un gruppo di runner impegnato a denunciare i problemi del parco. "Ci sono diversi accampamenti nella villa, l’ultimo nato – ci spiega – è quello di via Panama, dove supponiamo si siano stanziati alcuni dei nomadi che sono stati sgomberati dal campo del Foro Italico, poco distante da qui".

"Anche le antiche scuderie reali ormai sono state consegnate all’erosione del tempo, non è solo una questione di decoro, ma anche di sicurezza, quegli edifici cadono letteralmente a pezzi, è pericoloso – denuncia – anche solo avvicinarsi". "Qui la manutenzione è praticamente assente", è l'amara considerazione. "Basti pensare – sottolinea Rizzo – che nonostante denunce e segnalazioni non sono riusciti neppure a fare un'operazione banale come quella di ripristinare i bagni pubblici all’ingresso della villa".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Sab, 21/11/2020 - 16:31

La loro "civiltà" sarà la nostra...diceva qualcuna al governo! Il suo nome inizia con la B...

ingenuo39

Sab, 21/11/2020 - 16:47

"Pure escrementi nelle casette"? Ma vah! Adesso anche gli abitanti dei Parioli si sono accorti che ci sono tante persone al mondo che non hanno rispetto per l'Italia e gli Italiani? Siete fortunati che avete le "tate" che puliscono gli altri purtroppo hanno solo il Sindaco!!!!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 21/11/2020 - 16:50

qualcuno sbandiera che questo popolo ha delle tradizioni ed culture da conservare..ok..peccato che nella sua citta' non entrino.ah,da aggiungere che anche l'ue ha detto la stessa identica cosa...ma anche li non trovano posti.per finire qualcuno si fa pure i selfie con questi "signori"

michelemichelino

Sab, 21/11/2020 - 16:52

Chissà però per quale motivo in Paesi come la Svizzera, la Germania, l'Olanda, la Danimarca, la Norvegia, l'Austria o in altri Paesi civili i rom come pure gli extracomunitari non sporcano e insudiciano città e campagne come in Italia...non sarà mica forse per il fatto che gli italiani sono i più zozzoni d'Europa, che gettano senza alcun senso civico i loro rifiuti (bottiglie di plastica, condom, fazzoletti, lattine, vetro, e persino gabinetti) per strada in città o persino nei posti più remoti e selvaggi in mezzo alla natura? Non sarà che gli stranieri e i rom in Italia non hanno fatto altro che adeguarsi alla maleducazione, all'egoismo e alla totale mancanza di senso civico di tutti gli italiani? È solo una domanda...

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 21/11/2020 - 16:57

Scusate! Chi governa a Roma? Ecco,continuate a votarli ....

SemprePiùBasito

Sab, 21/11/2020 - 17:09

Dopo aver letto quanto riportato da questo articolo ringrazio questa sinistra che ci Governa e specialmente il Ministro degli interni. Giustamente noi Italiani rispettiamo le cose pubbliche questi signori ed i sinistri dei centri solciali NO.

aldoroma

Sab, 21/11/2020 - 17:13

Casa con giardino.... Nel centro di Roma.... Che spettacolo..... Virginiaaasaaa

d'annunzianof

Sab, 21/11/2020 - 17:20

Civilizzazione arcobaleno, decrescita e devoluzione

Giorgio5819

Sab, 21/11/2020 - 17:35

Il degrado sociale programmato dai signori della sinistra. Questo é il risultato. L'Italia ha bisogno di essere pulita da questi soggetti che amano il degrado e puntano a portare l'Italia sempre più in basso.

RolfSteiner

Sab, 21/11/2020 - 17:42

michelemichelino@ anche nei paesi dell'Est europeo. Dopo averne spediti qui parecchi, quelli che sono rimasti la' se stanno buoni buoni.

Klotz1960

Sab, 21/11/2020 - 17:46

Perche', Villa Pamphili o Colle Oppio, come stanno? Da Terzo Mondo, ma ovvio che ai 5stalle va benissimo.

Antibuonisti

Sab, 21/11/2020 - 17:51

decrescita (degrado) felice dei 5 stalle

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 21/11/2020 - 17:53

Rispetto per chi ci paga la pensione!!

Seawolf1

Gio, 26/11/2020 - 15:01

e le cinque stelle stanno a guardare...