"Le regole si rispettano"...E il candidato Michetti abbandona il palco

Stizzito per il botta e risposta tra gli altri candidati, il rappresentante del centrodestra ha abbandonato il palco prima della conclusione dell'evento

"Le regole si rispettano"...E il candidato Michetti abbandona il palco

Clamoroso a Roma, dove nel corso del primo dibattito pubblico tra i candidati alla poltrona di primo cittadino della Capitale, il rappresentante del centrodestra Enrico Michetti ha abbandonato il confronto lasciando anzitempo il palco.

Proprio oggi era infatti in programma, presso la Casa dell'Architettura, un incontro durante il quale i quattro protagonisti della corsa al Campidoglio avrebbero dovuto presentare una parte del proprio programma e proporre delle soluzioni per migliorare le condizioni di vita dei cittadini romani. Sul palco, in una sorta di tutti contro tutti, Virginia Raggi, Carlo Calenda, Enrico Michetti e Roberto Gualtieri.

Un dibattito nel quale, com'era ovvio attendersi, non sono mancate delle frecciatine tra l'uno e l'altro candidato. "Tutto a Roma, nell'antichità, era costruito intorno al cittadino. La Roma di Augusto e di Cesare guardava al dialogo", dichiara Michetti. "Noi abbiamo bisogno di questo dialogo, abbiamo bisogno della Roma della Pax augustea. Una Roma della collaborazione perché al centro non ci sono le nostre carriere ma il destino del cittadino di Roma". Il candidato del Pd Gualtieri ha colto subito l'occasione per attaccare il rivale: "Non riporteremo Roma all'Impero romano Michetti, non abbiamo questa ambizione...", affonda il dem, suscitando l'immediata replica del candidato del centrodestra: "Parlerò tanto della Roma dei Cesari ma quella era la Roma del successo".

Non sono mancati gli scontri tra il sindaco uscente Raggi, alla disperata ricerca di una riconferma, e gli altri concorrenti alla poltrona del Campidoglio. La rappresentante grillina si ascrive i meriti della ripartenza dell'economia nella Capitale:"Io credo che Roma sia paragonabile ad una Ferrari: quando sono arrivata era ferma ed io ho iniziato a farla ripartire, a farla correre, l'ho rimessa in pista". La "pilota" pentastellata è fermamente convinta di aver apportato fondamentali migliorie:"Abbiamo messo apposto i conti. Abbiamo iniziato a pagare le imprese a 11 giorni. Abbiamo fatto ripartire delle gare pubbliche. Questo vuol dire: imprese e occasioni di sviluppo per la Capitale. Vuol dire che Roma torna ad essere considerata affidabile", dichiara ancora Raggi.

Ad un certo punto sono stati Roberto Gualtieri e Carlo Calenda a rubare il palcoscenico agli altri protagonisti sul tema rifiuti e alleanze politiche, dando vita, durante le fasi finali del dibattito, ad un botta e risposta che ha irritato il rappresentante del centrodestra. Tagliato fuori dal confronto, nel quale era entrata anche la Raggi, Michetti ha preferito abbandonare anzitempo il palco: "È rissa, me ne vado", ha sbottato. "Se si hanno cinque minuti per uno si rispettano le regole e ognuno esprime la sua posizione. Se diventa un contraddittorio dal quale si è esclusi...".

Le reazioni

Dura la contestazione nei confronti del rappresentante del centrodestra da parte degli altri partecipanti al dibattito."È un confronto da campagna elettorale, non un pic-nic", ha dichiarato Calenda, sottolineando il fatto che senza un vero confronto tutto "diventa noioso"."Chi va via da un confronto perde sempre", sono invece state le parole del sindaco uscente Virginia Raggi.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti