Rapina in villa: notte da incubo per un noto ristoratore

Patrizio Barberini e sua moglie sono stati legati e rapinati da una coppia di malviventi. Non si esclude che ad agire possa essere stata una banda che ha già compiuto raid nell’area nord di Roma

Rapina in villa: notte da incubo per un noto ristoratore

Quella di sabato è stata una notte di vero terrore per Patrizio Barberini, storico ristoratore di via Flaminia, e sua moglie Grazia. La coppia è stata rapinata nella propria abitazione, in via Flaminia 858, attigua al noto locale che, da qualche anno, viene gestito con successo dai figli Fiamma e Jacopo.

L’incubo, come racconta Repubblica, è iniziato intorno alle 22.30 quando due malviventi, armati e a volto coperto, sono entrati nella villa minacciando per primo il padrone di casa. Al 72enne, subito immobilizzato su un divano, è stato strappato dal polso un orologio Rolex. Ma i banditi non si sono accontentati solo del prezioso oggetto.

Mentre uno dei rapinatori impediva all’anziano di alzarsi, l'altro ha cominciato a rovistare dappertutto forse con l’intento di individuare il punto in cui era custodita la cassaforte. Tentativo inutile. I malviventi nella loro ricerca, sono riusciti a trovare 500 euro in contanti.

Preso il denaro, i rapinatori hanno chiuso in uno stanzino Patrizio e la moglie, nel frattempo arrivata in salotto perché insospettita dai rumori che stava sentendo. A quel punto i due criminali si sono dati alla fuga probabilmente a bordo di un'auto di colore chiaro. Vettura che ora la polizia, allertata dalle due vittime non appena sono riusciti a liberarsi, sta cercato in tutta Roma nord.

Nella villa sono giunti prontamente gli agenti del Commissariato Ponte Milvio insieme con gli specialisti della Scientifica che hanno svolto una serie di accertamenti alla ricerca di tracce che potrebbero essere state lasciate dai banditi.

Gli agenti, dopo essersi assicurati sulle condizioni dei coniugi, hanno iniziato le indagini. Gli uomini delle forze dell’ordine hanno anche analizzato i filmati delle telecamere di vigilanza per dare un volto ai responsabili della rapina. Molto utili quelle puntate sulla strada: potrebbero aver ripreso l'arrivo e la fuga dei rapinatori e dettagli dell’auto su cui i due si sono dileguati.

Non si esclude che a compiere la rapina possano essere stati gli stessi che, dall’estate scorsa, stanno mettendo a segno colpi, anche violenti, in abitazioni private e in attività commerciali nell’area nord di Roma, tra la Flaminia e la Salaria. La banda potrebbe essere quella implicata in rapine avvenute in diversi bar notturni a Monterotondo e nella villa di un manager di una società attiva nel campo degli appalti pubblici. Ma su questo gli inquirenti non si sbilanciano.

Il colpo nella villa di Barberini forse era studiato da tempo. Possibile che i malviventi, prima di entrare in azione, abbiano tenuto sotto controllo i padroni di casa che hanno ereditato uno dei ristoranti più famosi di Roma.

Commenti