Roma, allerta tra i medici: 12 positivi dopo seconda dose

Nonostante avessero già completato l’iter vaccinale, 12 tra medici e infermieri sono risultati positivi al tampone. Ancora non si sa se possono infettare

Preoccupazione tra il personale sanitario dopo che da Roma è arrivata la notizia di come 12 persone, tra medici e infermieri, siano risultati positivi al tampone nonostante avessero già ricevuto la seconda dose di vaccino Pfizer. Insomma, anche completare l’iter vaccinale e ricevere quindi la doppia dose non sembra mettere al sicuro da un contagio.

Medici e infermieri positivi dopo seconda dose

Come riportato da Il Messaggero, questo fatto sarebbe emerso dai report delle Asl romane. In seguito a un controllo di routine è infatti saltato fuori, per caso, che ben 12 soggetti, tra medici e infermieri, sono positivi al virus, nonostante il completamento del percorso vaccinale. Nello specifico, all’Asl Roma 1 è risultato positivo dopo essere stato vaccinato un infermiere dipendente in una casa di cura di Monte Mario. Stessa cosa per un operatore sanitario della Asl Roma 3 che lavora in un ospedale al Torrino. Due i casi riguardanti infermieri nella Asl Roma 4: uno di questi in servizio all’Aurelia Hospital, e l’altro al San Camillo. Ma sembra essere la Asl Roma 5, un territorio ampio nel quadrante Est della città che copre da Tivoli a Guidonia, da Monterotondo a Colleferro, a guidare la preoccupante classifica, con ben 9 casi tra medici e infermieri.

Alberto Perra, esperto di Epidemiologia applicata e salute di popolazione e direttore del Servizio di Igiene e Sanità pubblica locale, ha spiegato che non si tratterebbe di un unico focolaio, in quanto i sanitari trovati positivi dopo il vaccino non lavoravano nella stessa struttura. A cercare di capirci qualcosa è scesa in campo la Società italiana di malattie infettive che sta conducendo un’analisi su 4 sanitari risultati contagiati dopo aver ricevuto il vaccino. Il direttore scientifico Massimo Andreoni, virologo del Policlinico Tor Vergata, ha però tenuto a precisare che essere stati contagiati dopo aver assunto la seconda dose di antidoto non vuol dire per forza che il farmaco sia stato poco efficace. Tutti i casi presi in esame fino a questo momento, come sottolineato dal virilogo, si riferiscono a soggetti del tutto asintomatici. Andreoni ha ricordato che l’obiettivo principale del vaccino è quello di “bloccare la malattia, non bloccare l’infezione”.

Possono infettare?

C’è comunque da dire che non si sa ancora se coloro risultati infettati dopo il vaccino siano anche infettivi. Proprio in base alla mancanza di questi dati, il ministero della Salute ha comunque comunicato alle Regioni che si deve usare la massima cautela e che, per il momento,"al vaccinato si applicano gli stessi provvedimenti di un non vaccinato”, quarantena compresa se venuto a contatto con un positivo. Anche Luigi Toma, infettivologo dell’Ifo, ha confermato quanto detto precedentemente: “Non abbiamo evidenze scientifiche sul fatto che il vaccinato positivo al Covid sia contagioso o no. In assenza di studi approfonditi, non possiamo trarre conclusioni, è presto”.

Se si guarda però ad alcune malattie classiche, si vede che vi è la possibilità per un soggetto vaccinato di contrarre comunque la patologia in questione. Probabile però che risulti asintomatico. Sulla trasmissibilità del virus dipende molto dal tipo di paziente e dal ceppo virale che lo ha infettato. Ed ecco scendere in campo le varianti di cui si sta molto parlando negli ultimi giorni. Per quanto riguarda quella brasiliana, secondo le indagini condotte a Manaus, la capitale del grande stato di Amazonas che si trova nel Nord-Ovest del Brasile, ci sarebbe una potenziale maggiore trasmissibilità o propensione a una nuova infezione. Nulla è però ancora certo. Toma ha infine sottolineato che intanto “è bene mantenere tutte le misure di precauzione, perché il rischio di contagiare gli altri, potenzialmente, c’è sempre”.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

titina

Gio, 18/02/2021 - 11:02

Lo hanno sempre detto che con il vaccino ci si può contagiare ( e contagiare gli altri) ma non ci si ammala.

ruggerobarretti

Gio, 18/02/2021 - 11:03

Se e' per questo in Umbria i numeri sono ben piu' rilevanti. Poi tutti i giorni si domandano quale strana variante stia circolando negli Ospedali e nelle RSA. Gia' chissa' quale????

Ritratto di Smax

Smax

Gio, 18/02/2021 - 11:11

Quindi lo studio fatto in Inghilterra che l’efficacia reale della brodaglia era dal 19 al 29% è vero? In israele vaccinata con la seconda dose metà della popolazione. Bilancio? Si continua con lockdown, distanziamento, mascherina.

jaguar

Gio, 18/02/2021 - 11:12

A questo punto mi sembra chiaro che vaccinarsi sia del tutto inutile.

indietrotutta

Gio, 18/02/2021 - 11:44

Per effetto delle immunizzazioni i contagi tra medici e infermieri sono calati da 14 mila a 7 mila nel giro di 30 giorni (Gimbe). Su questi numeri quei 12 sapete cosa sono? Pura statistica. Non cercate per forza l'ago nel pagliaio quando le notizie sono in realtà più che ottime! In letteratura medica sono sempre esistiti casi di vaccinati che non sviluppano gli anticorpi o casi di vaccinati che producono anticorpi ma si ammalano (di una forma totalmente asintomatica magari). Basta informarsi meglio. Questa notizia suona un po come la scoperta dell'acqua calda e, sinceramente, in mezzo a migliaia di contagi evitati nel personale sanitario, quella cifra pesa esattamente quanto il suo valore: 12 (contro alcune migliaia). Decidete voi a cosa dare peso. Saluti

Leithevergreen

Gio, 18/02/2021 - 11:44

Se si abbatte la malattia ma non il contagio credo che lo scopo sia stato raggiunto. Non sono i contagi che determinano le emergenze e di conseguenza le chiusure delle attività ma gli OSPEDALI PIENI e se il vaccino riesce a tenere i reparti liberi dal covid affermare che vaccinare sia inutile mi pare fuorviante

ruggerobarretti

Gio, 18/02/2021 - 11:45

Jaguar: dici??? E dopo come fanno ad andare avanti con la campagna di segregazione da positivita' (asintomatica). Un altro tassello della Grande Truffa, giusto per parafrasare il buon Malcom.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 18/02/2021 - 12:02

I negazionisti,i no vax etc etc sono fassisti.....eh già,si si,come no.....ahahahah

jaguar

Gio, 18/02/2021 - 12:02

ruggerobarretti, a proposito di truffe, nessuno parla dei milioni di mascherine cinesi che non filtrano nulla. Con tutta questa robaccia in giro è logico che l'infezione corre.

Leithevergreen

Gio, 18/02/2021 - 12:05

Smax 11.11 Se in Israele si continuano a proteggere con le mascherine e il distanziamento questo non significa che non stiano ottenendo risultati (che sono invece ottimi sull'abbattimento dell'incidenza tra i soggetti vaccinati) significa invece che hanno capito che le precauzioni sono doverose finchè non si raggiunge una massa enorme di immunizzati e anche in Israele sono ancora lontani dall'immunità di gregge

Leithevergreen

Gio, 18/02/2021 - 12:17

mbferno, I negazionisti,i no vax etc etc sono fassisti No ti sbagli, i negazionisti sono Idioti che non hanno speranza mentre i no vax sono soggetti poco e male informati STOP Sempre ideologie politiche e basta avete proprio stufato

agosvac

Gio, 18/02/2021 - 13:07

Intanto la domanda principale è: come mai si sono infettati visto che c'è l'obbligo di usare le famigerate e fasulle "protezioni individuali"??? Non solo sono fasulli i vaccini, lo sono anche mascherine e quant'altro!!!

roberto67

Gio, 18/02/2021 - 13:28

Non vedo dove sia la notizia. Che i vaccinati potessero venir infettati si sapeva già: il vaccino è fatto per evitare di ammalarsi, non di infettarsi. I 12 soggetti (numero peraltro molto basso e inferiore alle più rosee prospettive) sono del tutto asintomatici, provando per l'ennesima volta che il vaccino funziona.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/02/2021 - 14:21

Annammobbbene.

RolfSteiner

Gio, 18/02/2021 - 15:50

Ci sono miliardi di euro in mascherine da consumare...

RolfSteiner

Gio, 18/02/2021 - 15:54

titina@ mi scusi ma ho fatto solo le scuole basse e non ho ben capito. Posso contagiarmi (e contagiare gli altri) ma non mi ammalo? Il contagio a cosa serve allora? Mi spieghi con parole semplici.

ruggerobarretti

Gio, 18/02/2021 - 16:27

roberto67: infatti, funziona per cio' che e' stato creato; mantenere lo stato di semiliberta'. Forse non hai ancora ben compreso che siamo semi carcerati sulla base del numero dei contagiati, che dovresti sapere sono gia' per il 95% (almeno) dei casi asintomatici. E asintomatico ordinariamente significa non contagioso, almeno cosi' hanno decretato gli amici orientali che lo hanno studiato su un campione piuttosto rappresentativo (10milioni).

cecco61

Gio, 18/02/2021 - 17:17

@ titina: anche col vaccino ci si può ammalare, e pure in modo grave dato che non dà copertura al 100%. Basterebbe leggersi i rapporti di Pfizer sui 36.000 soggetti (metà col vaccino e metà col placebo) su cui è stato testato il Comirnaty. Mediamente ogni 120-130 persone vaccinate si evita 1 contagio.

trasparente

Gio, 25/02/2021 - 12:02

La terapia vaccinale è ancora in fase di sperimentazione....scusate per i migliai di morti e feriti ma le case farmaceutiche dichiarano che non c'è nessuna connessione...