Umbria in ginocchio per la variante Covid brasiliana

L'Umbria è colpita simultaneamente da due varianti del Covid: la brasiliana e l'inglese

Non tutte le regioni italiane stanno tornando alla normalità. L'Umbria, al contrario, rischia di essere messa in ginocchio simultaneamente da due varianti del Covid: la brasiliana e l'inglese. Il contagio è iniziato a Perugia per poi espandersi in tutti i 64 comuni della regione, costringendo la governatrice a dichiarare zona rossa. Sono stati messi sotto stretta restrizione ben 675mila cittadini. A far partire il sospetto che qualcosa non andasse e che potessero esistere delle varianti è stato il contagio, nonostante già avessero contratto il covid, di due infermieri del reparto di Neurochirurgia. In poco tempo sono risultati positivi 220 operatori sanitari che già avevano ricevuto la prima delle due dosi di vaccino per raggiungere l'immunità dal Covid. Donatella Tesei, Presidente della Regione Umbria, ha dichiarato, come riporta il Messaggero: "L'Umbria è stata colpita simultaneamente da due varianti del virus. Per questo abbiamo adottato queste misure. Possono essere impopolari, ma servono per tutelare tutti gli umbri".

Il contagio della variante brasiliana è iniziato nell'ospedale del perugino da qualcuno che assisteva un paziente in un reparto Covid e il mezzo che ha veicolato il virus non cambia: un colpo di tosse e il contatto. La regione e i suoi ospedali sono molto vicini al limite: si hanno ben 484 ricoveri Covid a cui vanno aggiunti 73 pazienti in terapia intensiva di cui 3 solamente ieri. "Questi cluster impattano di più nei reparti non Covid, ecco perché l'ospedale di Perugia si trova sotto pressione" dichiara Claudio Dario, direttore generale della sanità umbra.

A confermare la teoria del contagio in corsia e del rapido aumento della diffusione è, anche, Antonella Mencacci, responsabile del laboratorio di Microbiologia dell'ospedale: "Siccome l'inglese colpisce classicamente i più giovani, che statisticamente frequentano meno l'ospedale, circola più nel territorio e non ha causato cluster ospedalieri. La brasiliana, invece, colpisce tutti, è molto diffusa e se il paziente entra in ospedale col virus in incubazione, l'infezione si scopre dopo 3-4 giorni dal ricovero in un reparto bianco". Gli effetti di queste due varianti, oltre l'alta contagiosità, sono ancora da studiare.

Tra i ragazzi ed i bambini la situazione non cambia, ci sono degli importanti aumenti nella fascia di età che va dagli 0 ai 13 anni. Questi, però, non sono colpiti dalla variante brasiliana bensì da quella inglese. Contagi che hanno costretto alla chiusura immediata delle scuole: asili nidi e materne hanno completamente bloccato la loro attività mentre licei, medie ed elementari hanno continuato in Dad. Ad influenzare nettamente questo exploit dei contagi sono stati, oltre alle scuole, anche gli scuolabus, come avvenuto per il quartiere Borgo XX giugno a Perugia, e i mezzi pubblici.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Lun, 08/02/2021 - 10:21

Tenete le frontiere ancora aperte!C'e' uno stato di emergenza? Allora porti chiusi e areoporti sotto controllo,rispedite indietro chi arriva in Italia per cosa!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 08/02/2021 - 10:32

TRANQUILLI, con lo sbarco dei clandestini dalla carretta ong, avrete anche la variante africana!Cuntent???? ringraziate la ministra!!

Calmapiatta

Lun, 08/02/2021 - 10:42

Praticamente il SArs Cov 2 col tanga......

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Lun, 08/02/2021 - 11:00

Guarda un po' le coincidenze... Da un paio di anni, l'Umbria è diventata una regione che appartiene al moderatume centrodestroide... Per tacere della Lombardia... Come a voler dire che, dove arriva il moderatume centrodestroide, arrivano anche i virus... E non solo quelli patologici. Anche quelli degli intrallazzi, delle disfunzioni amministrative, di quelle dei servizi pubblici, quelle della sanità...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 08/02/2021 - 11:13

@bandog - esatto. Chissà come si comporterà Draghi con l'immigrazione clandestina. Certo che la premessa di mettere agli interni la Lamorgese suona di beffa. Se lo facesse, occrre votargli contro. Sarebbe inammissibile. Per i costi e per la pandemia che ci portano.

Piripacchio

Lun, 08/02/2021 - 11:15

Per Alkisar---invece dove governa la sinistra tutto è perfetto, tutto funziona, non esiste corruzione, i servizi pubblici sono perfetti, il virus non esite, ecc. ecc.............

Fausto17

Lun, 08/02/2021 - 11:18

Alsikar, lei è veramente un p..overetto..

rossetti

Lun, 08/02/2021 - 11:50

-Alsikar-classico pensiero comunista vecchio stampo,quando uno non riescere a risolvere i propri problemi va a criticare quello che fanno gli altri.

Ritratto di The_sailorman

The_sailorman

Lun, 08/02/2021 - 11:57

Ma è mai possibile che in ogni argomento si debba cercare la radice politica? La cosa mi fa un po' schifo...

Boxster65

Lun, 08/02/2021 - 11:59

Ma la variante brasiliana è quella che quando arriva ti dice, sciao belo??

arkanobis

Lun, 08/02/2021 - 13:00

praticamente ormai ci sono i destri ossessionati dai migranti e i sinistri che pensano che tutti i mali siano sempre colpa dei governi di destra...ma nei commenti mai un contenuto...sembra il parlamento italiano!

rossetti

Lun, 08/02/2021 - 14:36

arkanobis,non è che poi Lei ci abbia messo del "contenuto" nel suo scritto. E poi se dobbiamo essere noi cittadini quelli che danno consigli ai parlamentari,perchè paghiamo quest'ultimi?

Giallone

Lun, 08/02/2021 - 15:38

Per quanto riguarda la sanità, l'Umbria di ultra destra ha voluto raggiungere il livello della Lombardia, e i risultati si vedono.