La tecnica dell'abbraccio: così una giovane romena rapinava gli uomini

Una 29enne romena è finita in manette a Roma: la giovane usava la tecnica dell'abbraccio per avvicinare gli uomini e poi derubarli

La tecnica dell'abbraccio: così una giovane romena rapinava gli uomini

Una giovane donna romena di 29 anni è stata arrestata a Roma, dagli agenti di polizia del Commissariato Vescovio con l'accusa di rapina. La 29enne, di nazionalità romena, aveva infatti messo a punto una tecnica molto astuta ed efficare per rapinare alcune vittime, uomini nello specifico.

La rapinatrice seriale sfruttava la sua avvenenza fisica e con una scusa banale trovava il modo per avvicinarsi alle sue vittime. Intratteneva con loro una breve conversazione per stabilire un contatto e poi, al momento dei saluti, entrava in azione: la donna abbracciava il malcapitato di turno e così facendo riusciva a sfilargli l'orologio o altri oggetti preziosi dal polso, in alcuni casi riusciva a rubare addirittura il portafogli.

Proprio usando la cosiddetta tecnica dell'abbraccio la giovane romena aveva compiuto una rapina lo scorso gennaio a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona. Qui la donna aveva puntato un uomo di 66 anni, a cui voleva rubare un prezioso orologio. Il furto però era stato però più complicato del previsto, in quanto la rapinatrice era dovuta ricorrere ad un energico corpo a corpo con la vittima, che si era rifiutato di farla salire sulla sua automobile.

Nonostante ciò comunque la donna era riuscita ad impossessarsi dell'orologio, mentre il 66enne si era accorto del furto solo una volta tornato a casa e immediatamente aveva denunciato tutto alla Stazione dei carabinieri di Peschiera del Garda. Gli uomini dell'Arma hanno così diramato una nota di ricerca della donna a tutte le questure d'Italia. Nel frattempo la borseggiatrice è stata vista da diverse altre persone mentre si allontanava a bordo di una macchina con una targa e un modello compiutamente identificati.

A rintracciarla alla fine sono stati gli agenti di polizia del Commissariato Vescovio di Roma, che hanno individuato la 29enne tra via Anapo e via Salaria, a due passi da Villa Ada. Ad allertare i poliziotti riguardo la presenza della rapinatrice è stata un cittadino, che ha raccontato agli agenti di essere stato fermato da una vettura con alcune persone a bordo, tra cui la romena, che con la scusa di chiedere informazioni stradali, hanno guardato insistentemente l'orologio Rolex che aveva al polso. Gli investigatori romani hanno così fermato immediatamente l'automobile e hanno condotto gli occupanti in Commissariato, dove hanno potuto accertare che la 29enne romena è responsabile della rapina compiuta a Castelnuovo del Garda. La ragazza è stata quindi arrestata e trasportata al carcere di Rebibbia, mentre la polizia sta svolgendo ulteriori indagini per capire se la donna abbia partecipato ad altre rapine o furti a Roma e in altre parti d'Italia.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?