Tunisino si ubriaca e si addormenta mentre sta rubando: arrestato

Il proprietario del locale se lo è ritrovato di fronte alla riapertura, dopo che già si era accorto della forzatura alla porta d’ingresso

Tunisino si ubriaca e si addormenta mentre sta rubando

I vizi spesso tradiscono le persone nei momenti topici, mandando all’aria i programmi prefissati con cura e oculatezza. È quello che deve aver pensato un ladro tunisino di 38 anni, beccato in stato di ubriachezza all’interno di un ristorante sul lungomare di Ostia che aveva tentato di rapinare durante la notte. La passione per il vino gli ha giocato un brutto scherzo. La vista delle bottiglie in bella mostra è stata una tentazione molto forte, ma lo straniero ha esagerato nel bere, arrivando a perdere i sensi. Il proprietario del locale se lo è ritrovato di fronte alla riapertura, dopo che già si era accorto della forzatura alla porta d’ingresso. I carabinieri hanno ricostruito l’intera vicenda.

La sera prima, il tunisino, insieme a un complice, ha atteso la chiusura del ristorante per effettuare il colpo. Forzata la serratura, i due sono entrati e hanno messo a soqquadro il locale. L’idea era quella di portare via quanta più merce possibile, soprattutto liquori e vini pregiati, oltre ad alcuni elettrodomestici più piccoli e facili da trasportare, ma il 38enne, di fronte a tutto quell’alcol, non ha saputo resistere alla tentazione. Dopo aver ingurgitato diverse bottiglie di vino è crollato al suolo ubriaco e a nulla sono valsi i tentativi del complice di risvegliarlo. A quel punto, il ladro sobrio ha deciso di fuggire prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, lasciando il tunisino al suo destino.

Il titolare del ristorante non avrebbe mai immaginato di trovare il malvivente ancora all’interno del suo locale. Quando ha scoperto che la porta d’ingresso era stata scassinata e che c’era una finestra rotta, ha pensato che i ladri avevano rubato gran parte del materiale depositato e che erano scappati. Invece, davanti ai suoi occhi si è materializzato il tunisino, disteso sul pavimento in stato di dormiveglia. Giunti sul posto, i carabinieri hanno arrestato con estrema facilità il delinquente e hanno acquisito le immagini della videosorveglianza interna che, come in un film, hanno svelato la dinamica del furto.

Il 38enne, come riporta il quotidiano Il Messaggero, il quale ha già diversi precedenti penali, è stato condannato per direttissima a un anno e mezzo di reclusione, mentre i carabinieri sono ancora alla ricerca del complice, che ha fatto perdere le proprie tracce portando con sé una parte della refurtiva.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti