La Russa «Non sottovalutare questo segnale e rispondere alle sfide»

L’attacco kamikaze di ieri alla caserma dell’esercito, a Milano, è un segnale «che non va assolutamente sottovalutato» e bisogna mettere in campo tutte le misure necessarie per «fronteggiare un’ipotesi, la più lontana, di aumento del terrorismo in casa nostra». Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, parlando con i giornalisti a margine della sua visita ufficiale negli Stati Uniti. «Non ho mai immaginato - ha detto La Russa - che un’operazione di questo genere possa essere frutto di un’azione isolata, di una persona che non ha lavoro, perché non è che se uno non ha lavoro mette le bombe. Possono essere cani sciolti, lo accerterà la magistratura, ma non c’è dubbio che non va assolutamente sottovalutato questo segnale. Se qualcuno immagina che il pericolo terroristico non possa arrivare a casa nostra sappia che è ottimista: bisogna rispondere a tutte le sfide con la dovuta fermezza e serenità». «In questo contesto, una delle cose da fare - ha concluso - è non mettere in discussione la necessità di non lasciare via libera al terrorismo in Afghanistan».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.