Sala a processo il 2 febbraio per abuso d'ufficio

Il sindaco milanese è sotto accusa per la questione della "Piastra" dell'esposizione

Inizierà alle 9 e trenta del prossimo 2 febbraio l'udienza preliminare che vede alla sbarra il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, accusato di abuso d'ufficio per l'indagine sulla "Piastra di Expo".

Oggi il gup Giovanna Campanile ha notificato la data al primo cittadino del capoluogo lombardo e all’ex manager di Expo Angelo Paris. Firmata nei giorni scorsi la richiesta di rinvio a giudizio, in relazione alla fornitura di 6mila alberi per l'esposizione universale da parte della società Mantovani, per un totale di 4.3 milioni di euro, di fronte a un costo d'impresa di soli 1.7 milioni.

Lo stesso giorno è in programma l'udienza degli altri imputati per la stessa vicenda. La posizione di Sala sarà unita alla loro.

Il sindaco verà processato poi il 20 febbraio con rito immediato, per l'accusa di falso emersa nella gestione del più ricco appalto legato all'Expo milanese. Anche questo filone potrebbe essere unito a quello principale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.